domenica 8 settembre 2019 18:23
POLITICA IN FIBRILLAZIONE

San Marino. Tavolo istituzionale: i partiti decidono in ordine sparso. Aggiornamento

San Marino. Tavolo istituzionale: i partiti decidono in ordine sparso. Aggiornamento

Le risposte dalle forze di opposizione arrivano  alla spicciolata

Nulla, da nessuna parte, nel  merito dei problemi

Stanno arrivando giorno dopo giorno  alla spicciolata le risposte dalle varie forze politiche presenti in Consiglio Grande e Generale alla proposta dei due partiti della coalizione di maggioranza, Sinistra Socialista Democratica e Civico 10, di aprire un tavolo istituzionale per trattare alcuni  problemi di grande rilevanza per il Paese, fra cui la legge finanziaria 2019 (bilancio preventivo   2020). Leggi, sulla 'crisi di  governo',  l'articolo di Antonio Fabbri su L'informazione di San Marino di oggi  9 settembre 2019, in merito alla convocazione del Consiglio Grande e Generale a partire da mercoledì 11 settembre (vedi ordine del giorno). 

Nell'ordine di arrivo: 

- Il 5 settembre hanno espresso una posizione comuneRete, Partito democratico cristiano sammarinese, Partito socialista, Partito dei socialisti e dei democratici, i consiglieri indipendenti Tony Margiotta, Giovanna Cecchetti e Dalibor Riccardi (da notare l'assenza di Movimento Democratico San Marino Insieme)
-Partito Socialista e Partito dei Socialisti e dei Democratici, Sì condizionato (6 settembre)
-Movimento Rete, Nessun sostegno a Governo e maggioranza: si vada subito a elezioni! (7 settembre)
-Movimento Democratico San Marino InsiemeAdesso.sm non tenga in ostaggio il Paese (8 settembre)
-Partito Democratico Cristiano Sammarinese, Prima la formalizzazione della crisi (8 settembre)