giovedì 6 febbraio 2020 09:37

Come I Recenti Stimoli Finanziari Della BCE Si Ripercuoteranno Sui Mercati Italiani

Come I Recenti Stimoli Finanziari Della BCE Si Ripercuoteranno Sui Mercati Italiani

Era il 1° giugno 1998 quando a Francoforte, Germania, veniva istituita la BCE o Banca Centrale Europea. Spesso chiamata Eurotower, dal nome della sede storica rimasta invariata fino all’ottobre 2014, la BCE vedeva la luce in vista della prossima introduzione dell’euro che sarebbe arrivato il 1° gennaio 1999. Fra gli stati membri originari prendeva posto anche l’Italia. E fu proprio allo scoccare dell’introduzione della moneta unica che le undici banche centrali originarie delegarono alla Banca Centrale Europea tutte le funzioni di politica monetaria ed allo stesso tempo venivano fissati i tassi di cambio irrevocabili tra Euro e le varie monete locali che sarebbero state sostituite.

 

In base ai poteri affidatagli, la BCE ha controllo sulla politica monetaria nell’area euro. Può ad esempio decidere sul costo del denaro (che a sua volta influenza i tassi di interesse bancari), può decidere sulla quantità di liquidità delle banche e può arrivare fino a salvare una istituzione bancaria assorbendone i titoli tossici (dietro emissione di moneta) o risollevare le sorti di uno stato membro acquistandone i titoli di stato.

 

Benefici Per I “Personal Traders”

 

 

Quando si ha a che fare con argomenti di macroeconomia in genere si tende a pensare che gli unici beneficiari siano i grandi istituti di credito ed i conti dei vari stati.

 

In realtà come abbiamo visto con le ricadute ultime (con accesso al credito più facile etc) anche le famiglie saranno avvantaggiate dalla serie di aiuti in corso e futuri da parte della Banca Centrale Europea. Ma per trarre ancora più vantaggio merita di essere citata un'altra fonte di investimento alla quale i comuni cittadini hanno accesso, il trading sui mercati.

 

Come si è detto, la previsione sui mercati azionari, incluse le quotazioni delle materie prime, si prevedono in crescita per il prossimo anno. Ma bisogna ricordare che anche il cittadino “comune”, con i mezzi oramai disponibili, ha la possibilità di fare trading sul mercato azionario e fare acquisti sul mercato delle commodities.

 

L’importante è la scelta di un buon broker forex online. Uno tra questi che vale la pena di essere citato è la famosa piattaforma eToro, che oltre a fornire i prezzi delle materie prime sulle quali poter investire in tempo reale, si aggiudica una posizione di rilievo con le sue molteplici funzionalità e l’immediatezza d’uso.

 

Storia Degli Stimoli Finanziari Della BCE

 

Queste sono appunto alcune delle attività intraprese dalla banca centrale al fine di sostenere l’economia dell'eurozona a partire dalla crisi del 2008. Lo ha fatto abbassando i tassi d'interesse rendendo più conveniente per le banche fare prestiti a loro volta. Tra il dicembre 2011 e settembre 2012 è stata in essere una campagna di Long Term Refinancing Operation (LTRO) tramite la quale sono stati prestati alle banche europee oltre 1000 miliardi di euro, allo scopo di normalizzare il credito evitando un calo drastico dello stesso (cosa che rallenterebbe l’economia). Altro esempio del sostegno della BCE all’economia lo troviamo con i cosiddetti Asset Purchase Programmes (APP), campagne di acquisto titoli in vigore dal 2015, allo scopo di stabilizzare i mercati e stimolare l’inflazione (che per statuto la BCE si promette di mantenere nell’intorno ma più basso del 2%). È infatti opinione diffusa che una costante e controllata crescita dell’inflazione (ovvero un aumento dei prezzi o perdita di valore d’acquisto del denaro) sia condizione necessaria al costante aumento del benessere generale. Una inflazione in crescita vuol dire infatti una crescita della domanda (acquisto) di beni e servizi, una maggiore produzione, più assunzioni etc…

 

Andamento degli Swap dal 2008 in base agli stimoli finanziari della Fed e della BCE (ECB in inglese)

 

Ed è proprio allo scopo di aiutare l’economia che nel corso del 2019 è stata attiva una campagna di quantitative easing (QE), con la quale la BCE ha comprato titoli (pubblici e privati) per ben 2650 miliardi di euro. Tutt’ora la campagna di QE è in corso con una cifra di 20 miliardi al mese di spesa, attiva fino al raggiungimento del risultato prefissato. Ma per stimolare ancora di più l’economia l’ultimo desiderio voluto da Mario Draghi (da poco ex-presidente della BCE, incarico lasciato a Christine Lagarde) è stato quello di abbassare ulteriormente il tasso d’interesse sul deposito di liquidità che le banche hanno presso la BCE, da -0,4% a -0,5%. Questo vuol dire che le banche devono pagare di più per mantenere la liquidità ferma, incentivando così le stesse a fornire credito ai propri clienti (aziende e famiglie) i quali a loro volta saranno incentivati a spendere di più.

 

Effetto Dei QE E Modifiche Al Tasso Di Interesse

 

La ripercussione di tutta questa serie di incentivi si prevede essere positiva anche sul mercato italiano. Come già accaduto nei mesi scorsi con i mercati che si sono stabilizzati all’annuncio delle misure della BCE e con l’Euro sceso rispetto agli scambi col Dollaro, il trend sembra essere quello  giusto.

 

Oltre ai titoli azionari, a trarne beneficio è stato (e si prevede sarà) anche il mercato delle materie prime (commodities). Fortemente legate alla ripresa della produzione, si prevede un un incremento dello scambio di materie prime, con conseguente effetto positivo sugli investimenti in tal senso.

 

La relativa discesa del valore dell’Euro, d’altra parte, non può che stimolare le esportazioni verso le aree extra UE, incluse quelle italiane. Eccellenze come la viticoltura, gioielleria ed altri settori potrebbero vedere un boom di vendite verso l’estero nel 2020.

 

Prepararsi Al Trading

 

Ovviamente bisogna ricordarsi che per quanto il detto “giocare in borsa” sia ancora largamente utilizzato ed accettato nel parlare comune italiano, di un gioco in realtà non si tratta. La scelta su quali commodities puntare, quale broker forex scegliere (ricordarsi di controllare se il broker è iscritto alla CONSOB o meno) dev’essere ponderata.

 

Una buon metodo per prepararsi agli effetti degli stimoli della BCE è rimanere costantemente informato sull’andamento dei prezzi delle commodities (e dei vari titoli in generale) in vista di un ingresso nel mercato grazie al broker forex scelto.

 

Fonte: