lunedì 4 maggio 2020 08:07
FASE 2

San Marino. Ecco gli obblighi per ristoranti e pizzerie

San Marino. Ecco gli obblighi per ristoranti e pizzerie

Importanti le misure igienico sanitarie a cui devono sottostare ristoranti, pizzerie, self service e pub con prevalente servizio al tavolo.

Per loro il governo, con il decreto n.68, ha previsto la riapertura del servizio ai tavoli a partire dal 18 maggio. Ecco gli obblighi.

  • si indica come preferibile l’ingresso dei clienti ai locali dietro prenotazione. In caso di non prenotazione, l’esercente valuterà la disponibilità di spazi adeguati per garantire il distanziamento necessario tra gli ospiti;

  • dovrà essere predisposta, all’entrata del locale e nell’area toilette, una postazione di gel disinfettante;

  • si indica di estendere l’orario della fruizione del servizio di ristorazione per favorire l’afflusso della clientela;

  • all’ingresso del locale dovrà essere collocata una cartellonistica informativa di sicurezza generale;

  • è necessario rimuovere, in caso di presenza di aree comuni, qualsiasi oggetto non sanitizzabile e non in grado di sopportare cicli di pulizia quotidiana, come ad esempio cuscini decorativi, riviste ed altri elementi non necessari;

  • la sala deve garantire che i tavoli usati dai clienti siano disposti in modo tale che la distanza tra un tavolo e l’altro sia di almeno 2 metri oppure che il retro di una sedia occupata sia di almeno 1 metro dal retro della sedia occupata del tavolo successivo, sempre nel rispetto del distanziamento di 1 m tra le persone;

  • i clienti vengono fatti accomodare ai tavoli per nucleo familiare/congiunti o, in caso diverso, fatti accomodare nel rispetto del distanziamento richiesto. In caso di gruppi di persone, il capogruppo sarà tenuto alla sottoscrizione di apposita autocertificazione per l’utilizzo di un solo tavolo;

  • i tavoli e le sedie devono essere igienizzati ad ogni cambio cliente;

  • il locale deve essere frequentemente arieggiato;

  • tutto il personale sarà dotato di mascherine e guanti per la prestazione della propria opera;

  • la biancheria di sala usata deve essere collocata in sacchi o contenitori chiusi per evitare il contatto con la linea del pulito;

  • i tovaglioli e tutta la mise en place dovrà essere portata al tavolo solo a seguito dell’arrivo del cliente e nulla deve essere lasciato sul tavolo;

  • dopo ogni servizio dovranno essere pulite e disinfettate anche tutte le superfici della sala, della cucina, dei banconi e delle altre superfici presenti, oltre a tavoli e sedie;

  • evitare prodotti contenenti profumazioni, in particolare la nebulizzazione e gli spray;

  • si indica di consegnare sempre il conto direttamente al tavolo;

  • si consiglia l’adozione di menu digitali su dispositivi dei clienti o, in alternativa, si igienizzano i menu dopo ogni uso;

  • per le specifiche attività di self service, le stesse potranno avvenire sia con servizio al tavolo che a buffet (in modalità display); se a buffet display, gli ospiti dovranno entrare in contatto solo con il proprio cibo; il servizio sarà effettuato da personale con relativi DPI e non self service da parte dei clienti. Eliminare dai banconi tutto quanto possa essere a utilizzo comune (ad es. arachidi, salatini ecc.);

  • per il lavaggio dei piatti e delle stoviglie (anche quelle non utilizzate ma comunque presenti ed a disposizione degli ospiti) dovranno essere utilizzate le procedure abitudinali con lavaggi ad alte temperature (60/70°), oltre all’ausilio di prodotti ad alto contenuto di tensioattivi e sanificanti. L’asciugatura deve essere effettuata con asciugamani di carta monouso o panni precedentemente lavati a 90° da sostituire ad ogni utilizzo;

  • l’esercente organizza, direttamente o tramite la propria categoria di rappresentanza, una formazione ad hoc in merito a:

- modalità di accesso al locale;

- modalità di gestione dei fornitori e dei clienti;

- pulizia e sanificazione nel locale;

- precauzione igieniche sanitarie;

- rispetto del distanziamento sociale e corretto utilizzo dei dispositivi di protezione individuale;

- gestione di una persona sintomatica in azienda;

  • il materiale di pulizia (panni, salviette e quanto necessario per la pulizia e la spolveratura) deve essere monouso o precedentemente lavato a 90° con detergente; non usare un panno utilizzato per eliminare lo sporco per asciugare o lucidare superfici pulite;

  • il servizio igienico è presidiato per la maggior parte dell’orario di effettuazione del servizio di sala da addetti alla pulizia che provvedono a garantire un uso corretto dei servizi igienici ed al fine di provvedere alla sanificazione;

  • all’interno di ogni area wc saranno presenti spray igienizzanti e carta monouso per l’igienizzazione del wc prima e dopo l’uso;

  • si consiglia l’utilizzo di asciugamani e salviette monouso nell’area dei lavabo; 

  • i fornitori esterni dovranno seguire procedure di ingresso, transito e uscita, mediante modalità, percorsi e tempistiche predefinite e dedicate dove possibile, al fine di ridurre le occasioni di contatto con il personale e la clientela.