lunedì 8 giugno 2020 15:21
ENERGIA RINNOVABILE

Il passaggio da consumatori passivi a produttori attivi di energia

Il passaggio da consumatori passivi a produttori attivi di energia

 

“Scusa se te lo dico così bruscamente, ma tu forse non hai compreso di avere un mutuo energetico a vita che oggi potresti estinguere pagando solo il 5% del suo valore…”

Perché ho iniziato questo articolo in questo modo?

Ho iniziato in questo modo perché chiunque ha bisogno di energia elettrica, e questa energia ha un costo…

Lo so che sembra troppo duro, ma è come se tu firmassi un mutuo a vita non per 10-15-20-25-30 anni ma
per tutta la tua vita.  

Però è anche vero che questa situazione potrebbe cambiare anzi potrebbe totalmente capovolgersi: in che
modo?

Vi siete mai chiesti come funziona un impianto fotovoltaico anche se è stato ben dimensionato?

Di seguito ti ho riportato una immagine del tipico lavoro di un impianto fotovoltaico durante una giornata invernale, collegato in rete e dotato di un sistema di controllo per verificare e rendere visibile questi 3 fattori:

1. Il consumo della casa, luci, elettrodomestici, etc. (in Rosso)
2. L’autoconsumo, energia prodotta e consumata (in Blu)
3. La Produzione, da fonte rinnovabile in questo caso 3kwp (in Verde)

Ok, cerchiamo di analizzare tutto ciò che vediamo in modo analitico ma semplice e alla portata di tutti. Questo impianto è stato progettato e installato circa 2 anni fa da Energreen. 

Il cliente in questione ha capito da solo che semplicemente con i pannelli fotovoltaici non solo ha estinto il suo “mutuo energetico”, ma non sarebbe addirittura riuscito a consumare tutta l’energia prodotta seppur il dimensionamento dell’impianto è stato accurato ed in linea con il suo fabbisogno energetico.

Per questo motivo l’impianto fotovoltaico raggiunge un duplice obiettivo: da una parte risolve il problema dei costi energetici delle tue bollette, dall’altra molto spesso mette a disposizione un ulteriore surplus energetico da utilizzare anche nel comparto climatizzazione e riscaldamento, dotandosi di pompe di calore,
cucine ad induzione e split elettrici, iniziando a risparmiare anche sulle bollette del gas.

Per arrivare a questo risultato, deve essere fatta una vera è propria analisi energetica dei consumi, che un professionista specializzato sa fare.

E solo a quel punto hai veramenta davanti agli occhi una soluzione per un problema che nessun’altro , se un un professionista del fotovoltaico, può risolvere.

Dico questo perché voglio farti ragionare su alcune domande che forse non ti sei mai posto :

“Lo sai che hai un debito a vita con chi ti fornisce energia elettrica, e che oltre a questo non sei neppure libero di decidere quanta e quando utilizzarla?”

“Lo sai che sei obbligato alle condizioni e alle variazioni di prezzo del tuo gestore energetico?”

“Lo sai che hai un alternativa valida, concreta e reale in cui puoi scegliere di essere energeticamente indipendente per un 40%, un 50% oppure un 90% fino ad un 100% ? “

Detto questo, oggi la trasformazione da

Consumatore Passivo di energia (Mutuo Energetico)”

a

Produttore Attivo di energia (Creazione di Valore)”

 

è immediata, concreta e accessibile.

A te la scelta di continuare ad essere un consumatore, oppure, di diventare libero produttore di energia rinnovabile e allo stesso tempo aiutare il nostro pianeta.

 

Articolo a cura di Paolo Simoncini

Tecnico Commerciale

Energreen.sm srl

www.energreen.sm

------

Caro lettore, Libertas mai come ora svolge un servizio pubblico importante per tutta la comunità. Se apprezzi il nostro lavoro, da 20 anni per te gratuito, ti chiediamo un piccolo contributo per aiutarci in questo momento straordinario. 
 
Anche un caffè alla settimana per noi può fare la differenza.
 
Puoi usare Paypal cliccando qui:
 
 
oppure facendo un bonifico con causale DONAZIONE all'IBAN intestato a Libertas:
 
SM78R0606709802000020148782
 
 
 
Fonte: