mercoledì 23 settembre 2020 16:24
SANITÀ

San Marino. Coronavirus, ecco le indicazioni per sottoporsi ai test sierologici

San Marino. Coronavirus, ecco le indicazioni per sottoporsi ai test sierologici

Ecco tutte le norme e indicazioni per effettuare i test sierologici su base volontaria nella Repubblica di San Marino.

L’Istituto per la sicurezza sociale, in una nota, ricorda ai cittadini sammarinesi che “l’attività di screening sierologico per la ricerca degli anticorpi contro il coronavirus responsabile della malattia da Covid-19, salvo quando richiesto dall’Iss stesso, è su base volontaria, come previsto dal decreto delegato 122/2020”.

Per le aziende interessate a sottoporre all’indagine il proprio personale oppure i singoli cittadini, “le modalità per effettuare il test sono duplici: ci si può rivolgere all’Istituto per la sicurezza sociale oppure alle aziende accreditate dall’Authority sanitaria sia in territorio sammarinese, oppure in territorio italiano”.

L’elenco delle strutture autorizzate e accreditate “è disponibile sul sito internet dell’Authority sanitaria (www.sanita.sm/on-line/home/authority-sanitaria.html) nella sezione ‘Autorizzazione e Accreditamento’”.

Per effettuare i test all’Istituto per la sicurezza sociale, “è necessario che l’interessato ne faccia richiesta al Cup contattando il numero 0549-994889”.

Il costo del servizio “è gratuito per gli assistiti Iss che non siano ancora stati sottoposti al test”, mentre “costa 15 euro per i datori di lavoro che vogliano sottoporre a test sierologico il proprio dipendente per la prima volta” e ha infine “un costo di 20 euro per l’assistito Iss che intenda ripetere il test sierologico e per il datore di lavoro che intenda farlo ripetere al proprio dipendente”.

Inoltre, “non è consentita la richiesta volontaria all’Iss di ripetere l’esame sierologico per coloro che hanno già ricevuto una diagnosi di guarigione da Covid-19”.

In caso di esito positivo del test, qualora non sia effettuato all’Istituto per la sicurezza sociale, oltre alla tempestiva comunicazione al richiedente, “va comunicato (art. 5 com 5. dl 122/2020) anche all’Iss ‘al fine di mettere tempestivamente in atto le procedure di quarantena e di aggiornare il quadro epidemiologico territoriale’”.

Infine, in caso di esito positivo dell’assistito Iss che abbia effettuato il test sierologico a pagamento “’viene applicata la misura della quarantena domiciliare fino al momento di effettuazione del tampone molecolare di conferma, che sarà effettuato dall’Iss compatibilmente con la programmazione diagnostica già in essere e che il costo del tampone molecolare sarà di 100 euro”. 

------

Caro lettore, Libertas mai come ora svolge un servizio pubblico importante per tutta la comunità. Se apprezzi il nostro lavoro, da 20 anni per te gratuito, ti chiediamo un piccolo contributo per aiutarci in questo momento straordinario. 
 
Anche un caffè alla settimana per noi può fare la differenza.
 
Puoi usare Paypal cliccando qui:
 
 
oppure facendo un bonifico con causale DONAZIONE all'IBAN intestato a Libertas:
 
SM78R0606709802000020148782