martedì 29 settembre 2020 07:38
RASSEGNA STAMPA

San Marino. Alcuni cittadini delusi per la mancata attuazione delle Istanze d'Arengo

San Marino. Alcuni cittadini delusi per la mancata attuazione delle Istanze d'Arengo

“Istanze d’Arengo inattuate, si perde fiducia nelle istituzioni”

I promotori di una Istanza d’Arengo che era stata approvata ma non attuata con le modalità previste dalla petizioni, esprimono tutta la loro amarezza per la distorsione della volontà popolare. “Il sistema democratico - scrivono - si fonda sulla fiducia tra i cittadini e le istituzioni. Così la nostra Repubblica è sorta su due perni: l’Arengo e la Reggenza. I cittadini capifamiglia hanno esercitato per secoli il loro potere politico prendendo decisioni tese al bene comune e nominando i Capitani Reggenti con la fiducia che essi le avrebbero puntualmente attuate. Nei secoli questa forma di democrazia diretta si è via via trasformata in democrazia rappresentativa, fintanto che l’Arengo il 25 marzo 1906 decretò formalmente il suo autoscioglimento. L’unico retaggio rimasto nell’ordinamento sammarinese sono le Istanze d’Arengo. Molti cittadini credono ancora in questo strumento di democrazia diretta e ogni 6 mesi sottopongono all’attenzione del Consiglio Grande e Generale le loro Istanze, tese al bene della comunità. Il Consiglio naturalmente ha la facoltà di accoglierle o bocciarle. Una volta accolte però le istituzioni hanno il dovere di attuarle rispettandone il contenuto, invece negli ultimi decenni è emerso il malcostume politico di non dare reale applicazione alle Istanze approvate o talvolta di stravolgerne il contenuto e lo spirito. Il 6 ottobre 2019 è stata presentata una Istanza sottoscritta da alcune centinaia di cittadini che chiedeva l’istituzione a San Marino di una Giornata della Sostenibilità. Si chiedeva che l’organizzazione della giornata fosse affidata a un comitato organizzatore in carica per tre anni, diretto da un responsabile scientifico con un curriculum di primo piano a livello italiano/internazionale sui temi della sostenibilità, composto da rappresentanti del mondo della Scuola, dell’Università, dei sindacati, delle organizzazioni economiche/produttive, delle associazioni del volontariato e generalmente dei vari portatori di interesse. La Giornata doveva essere istituita sotto l’alto patrocinio della Reggenza pro tempore che avrebbe dovuto nominarne anche il comitato nei tempi e con le modalità previste. In questo modo si sarebbe potuto avere una forma di partecipazione attiva della società civile all’organizzazione della giornata, nonché la possibilità di proporre iniziative concrete da svolgersi nel corso dell’anno e poterne poi valutare i risultati nel tempo. Requisito questo indispensabile per ottenere oggettivi, significativi e misurabili miglioramenti. L’Istanza è stata approvata in Consiglio il 21 maggio 2020 all’unanimità, poi la Commissione Territorio e Ambiente il 5 agosto 2020 ha approvato un ordine del giorno che, dopo un lungo preambolo nel quale si elencano i diversi accordi internazionali sottoscritti da San Marino impegnandolo a mettere in atto iniziative per ridurre il consumo di risorse non rinnovabili e in generale per migliorare la sostenibilità del Paese (peccato che siano rimasti lettera morta!), accorpa la Giornata della Sostenibilità alla Giornata dell’Albero senza recepire gli aspetti qualificanti dell’Istanza d’Arengo in oggetto, rischiando quindi di farla divenire un evento di facciata che difficilmente potrà avere un qualche effetto sul livello di sostenibilità attuale e futuro. Col presente comunicato - dicono i firmatari di quella istanza - intendiamo dunque stigmatizzare il poco rispetto che le Istituzioni hanno avuto nei confronti dei cittadini che hanno sottoscritto l’Istanza d’Arengo. (…) Il venire meno della fiducia genera disorientamento e riduzione della coesione sociale, creando tensioni e crisi del sistema Paese. Per ristabilire il senso di fiducia occorre a nostro avviso recuperare lo spirito dell’Arengo, di cui la Reggenza è l’espressione più diretta. Non è un caso quindi se abbiamo richiesto che l’attuazione dell’Istanza proposta avvenisse sotto l’alto patrocinio dei Capitani Reggenti. Auspichiamo quindi che sia la Reggenza uscente che quella entrante si adoperino fattivamente affinché l’Istanza sulla Giornata della Sostenibilità venga attuata e implementata il più possibile aderente al contenuto della stessa (…)”.

Articolo tratto da L’Informazione di San Marino

------

Caro lettore, Libertas mai come ora svolge un servizio pubblico importante per tutta la comunità. Se apprezzi il nostro lavoro, da 20 anni per te gratuito, ti chiediamo un piccolo contributo per aiutarci in questo momento straordinario. 
 
Anche un caffè alla settimana per noi può fare la differenza.
 
Puoi usare Paypal cliccando qui:
 
 
oppure facendo un bonifico con causale DONAZIONE all'IBAN intestato a Libertas:
 
SM78R0606709802000020148782