sabato 16 gennaio 2021 09:48
EMERGENZA

San Marino. Vaccino anti-coronavirus, sorgono problemi con Pfizer

San Marino. Vaccino anti-coronavirus, sorgono problemi con Pfizer

"Torneremo al programma originale di consegne all'Unione europea a partire dalla settimana del 25 gennaio, con un aumento delle consegne a partire dalla settimana del 15 febbraio che ci consentirà di fornire le dosi di farmaco previste nel primo trimestre e molte di più nel secondo trimestre".

Così Pfizer risponde alle contestazioni dopo aver comunicato che, a partire da lunedì prossimo, consegnerà in Italia circa il 29% di fiale di vaccino anti-coronavirus in meno rispetto alla pianificazione che aveva condiviso con gli uffici del commissario per l'emergenza Covid-19, Domenico Arcuri, e, suo tramite, con le Regioni italiane. Lo riporta Rainews sul proprio portale web.

Purtroppo, le conseguenze del taglio delle dosi si riflettono anche sulla Repubblica di San Marino, alla luce della sottoscrizione del Protocollo d’Intesa con l'Italia per l’acquisto dei vaccini anti-Sars-CoV-2.

Lo Stato sammarinese, tramite il segretario di Stato per la Sanità, Roberto Ciavatta, ha assicurato più volte i cittadini dicendo loro che la campagna vaccinale sarebbe partita a fine gennaio con 50mila dosi, somministrate in due tranche, per la totale copertura della popolazione, ma lo slittamento della consegna e la somministrazione delle dosi, a questo punto, sembra che sia davvero inevitabile.

------

Caro lettore, Libertas mai come ora svolge un servizio pubblico importante per tutta la comunità. Se apprezzi il nostro lavoro, da 20 anni per te gratuito, ti chiediamo un piccolo contributo per aiutarci in questo momento straordinario. 
 
Anche un caffè alla settimana per noi può fare la differenza.
 
Puoi usare Paypal cliccando qui:
 
 
oppure facendo un bonifico con causale DONAZIONE all'IBAN intestato a Libertas:
 
SM78R0606709802000020148782
 
 
 
Fonte: Varie