giovedì 29 luglio 2021 16:35
POLITICA

San Marino. Libera sulle dimissioni Bruschi: "Fallimento indiscutibile di Roberto Ciavatta"

San Marino. Libera sulle dimissioni Bruschi:

"Come un fulmine a ciel sereno arriva la notizia dell'incarico a dirigente di Cremona Solidale, ente che nella Città lombarda sovraintende alle prestazioni dedicate al socio sanitario, dell'ormai ex Direttore Generale dell'Istituto per la Sicurezza Sociale, Alessandra Bruschi".

Lo scrive in un comunicato stampa il gruppo consigliare di Libera. "Dopo poco più di un anno la tanto decantata, molto ponderata e sofferta scelta del Segretario Ciavatta decide di abbandonare il progetto San Marino. Dopo aver incassato il premio di produzione concordato preventivamente con il Segretario Ciavatta per poter superare il vincolo del tetto degli stipendi, fortemente voluto dallo stesso Ciavatta e dal suo movimento, il manager che doveva eliminare gli sprechi, lascia l'ISS senza guida nel bel mezzo di una emergenza sanitaria e nel momento delle scelte più difficili e importanti, dal progetto del nuovo Ospedale, al nuovo Atto Organizzativo, al nuovo Fabbisogno del Personale, alla riforma del sistema Pensionistico.
Tutto questo avviene, come sempre, nel silenzio più totale. Nessuno è a conoscenza di quale siano le reali motivazioni della scelta, se vi siano state divergenze all'interno del Comitato Esecutivo fra la dott.ssa Bruschi e gli altri due componenti, se il Segretario Ciavatta sapeva che la Dott.ssa Bruschi aveva preso parte ad un concorso pubblico per un altro incarico mentre era dirigente all'ISS.
È evidente che le responsabilità di questa situazione sono tutte di Roberto Ciavatta che ha voluto la Bruschi "a tutti i costi", accettando una nomina del Comitato Esecutivo secondo logiche partitiche e di pura spartizione. Ricordiamo infatti, che la Legge prevede chiaramente che deve essere il Direttore Generale a scegliere quello Sanitario e quello Amministrativo, proprio perché organo che deve lavorare con grande unità di intenti, condividendo obiettivi e metodo. Sarà interessante capire il destino degli attuali direttori scelti da NPR e DC...
Da tempo Libera denuncia pubblicamente una gestione del nostro Istituto che non riesce a dare risposte concrete: in particolare nelle ultime settimane al centro delle proteste di tantissimi cittadini è la medicina di base, letteralmente allo sbando. Arrivano continue segnalazioni di difficoltà a contattare il proprio medico di famiglia e di centri sanitari che non riescono a rispondere alle richieste dell'utenza. Per non parlare del mancato riconoscimento, nonostante le continue sollecitazioni anche da parte nostra, della campagna vaccinale della Repubblica di San Marino.
Il green pass sammarinese, ad oggi, non vale nulla nonostante gli annunci e le promesse dello stesso Ciavatta.
Il tempo delle scuse, del "far politica con lo specchietto retrovisore" è finito. Servono risposte, che però non stanno arrivando. Forse la verifica di Governo richiesta da Rete servirà soprattutto a Roberto Ciavatta per mascherare le sue evidenti difficoltà, giocando all'attacco dentro la maggioranza per non assumersi le evidenti responsabilità di queste preoccupanti derive e addossare le colpe a qualche compagno di viaggio.
Noi ci auguriamo che possa servire per mettere ordine alle idee e iniziare a produrre risposte concrete a vantaggio di tutta la comunità".

---

Caro lettore, Libertas mai come ora svolge un servizio pubblico importante per tutta la comunità. Se apprezzi il nostro lavoro, da 20 anni per te gratuito, ti chiediamo un piccolo contributo per aiutarci in questo momento straordinario. 
 
Anche un caffè alla settimana per noi può fare la differenza.
 
Puoi usare Paypal cliccando qui: paypal.me/libertas20
 
oppure facendo un bonifico con causale DONAZIONE all'IBAN intestato a Libertas:
 
SM78R0606709802000020148782
Fonte: Libera