sabato 4 luglio 2020 08:06
RASSEGNA STAMPA

Rimini. «Pochi clienti, devo chiudere l’albergo»

Rimini. «Pochi clienti, devo chiudere l’albergo»

«Pochi clienti, devo chiudere l’albergo»

Aveva aperto 10 giorni fa. La decisione dei titolari del Litz di Viserbella, turisti sistemati in altre strutture e dipendenti lasciati a casa

MANUEL SPADAZZI. Dieci giorni sono bastati. «Con così poche prenotazioni, rischiamo di rimetterci troppi soldi». E così Claudio Moretti e l’anziana madre, Elsa Zamboni, hanno deciso: «Chiudiamo». L’hotel Litz a Viserbella è rimasto aperto appena una decina di giorni, e dal 30 giugno è di nuovo chiuso. I dipendenti si sono messi subito a cercare un lavoro stagionale in altri hotel, mentre Moretti ha aiutato i turisti che avevano prenotato da lui a trovare una sistemazione alternativa negli alberghi vicini. Voi chiudete mentre parecchi hotel hanno scelto finalmente di aprire in questo weekend. Come si è arrivati a una decisione così drastica? «Non è stato affatto facile – assicura Moretti – Sono stati i numeri impietosi delle prenotazioni, purtroppo, a spingerci a questa scelta. Sapevamo che questa sarebbe stata una stagione durissima, ma si è rivelata più drammatica di quanto temevamo.  (...)

Tratto da Il Resto del Carlino

------

Caro lettore, Libertas mai come ora svolge un servizio pubblico importante per tutta la comunità. Se apprezzi il nostro lavoro, da 20 anni per te gratuito, ti chiediamo un piccolo contributo per aiutarci in questo momento straordinario. 
 
Anche un caffè alla settimana per noi può fare la differenza.
 
Puoi usare Paypal cliccando qui:
 
 
oppure facendo un bonifico con causale DONAZIONE all'IBAN intestato a Libertas:
 
SM78R0606709802000020148782