A fianco dei cittadini di Chiesanuova sul caso Alutitan. Massimo Cenci

ALUTITAN: siamo tutti d’accordo
Il caso Alutitan in due parole: una società in espansione chiede legittimamente di potersi ingrandire in una zona però non adatta ad ospitare ulteriori insediamenti produttivi. I Cittadini di Chiesanuova, uno dei Castelli più vivibili e meno deturpati di San Marino, chiedono altrettanto legittimamente che 130.000 (centotrentamila) metri cubi di stabilimento vengano fatti da un’altra parte.
Che problemi può portare un insediamento del genere? Oltre ad un impatto visivo devastante, al rumore e all’inquinamento esiste anche un problema di viabilità che sembra diventato in tutta la Repubblica uno dei problemi principali da risolvere.
In tutti i casi di criticità, come è questo, bisogna rifarsi ai principi fondamentali.
Che tipo di sviluppo vogliamo per la nostra Repubblica? Che priorità abbiamo?
La politica dovrebbe essere, in questo caso, compatta: il Partito dei Socialisti e Democratici, nel programma elettorale con cui ha convinto i suoi elettori, auspica il miglioramento della qualità dell’abitare e del costruire, della circolazione, del tempo libero, dell’aria, dell’acqua, del verde.
Alleanza Popolare nel suo tuona contro l’edificazione eccessiva e sproporzionata a scapito della qualità del vivere; la distruzione delle sempre più rare testimonianze della nostra identità; l’insensibilità verso l’ambiente ed il paesaggio; i grandi ritardi e le enormi difficoltà che incontrano le opere di carattere generale, come viabilità e scuole, a fronte di esagerati volumi e superfici di nuova edificazione per capannoni e altro.
La Democrazia Cristiana titola lapidariamente che l’ambiente è il futuro di San Marino.
Potrei continuare con tutte le altre forze politiche.
E allora qual è il problema?
Noi dicevamo che un bene irriproducibile come il territorio va tutelato e che dobbiamo puntare alla qualità dell’ambiente attraverso lo sviluppo armonico dell’economia e la tutela del territorio
La conservazione del patrimonio storico e paesaggistico, il miglioramento delle condizioni di vivibilità delle zone urbanistiche, sono delle scelte obbligate
Lo dicevamo in campagna elettorale perché ci credevamo davvero, e lo ripetiamo adesso. È per questo che il Nuovo partito Socialista è con i cittadini di Chiesanuova, e con il nostro territorio.
Massimo Cenci

Vice Segretario Nuovo Partito Socialista

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy