Accordo di Cooperazione Culturale e Scientifica Italia – San Marino

E’ stato firmato oggi il primo Protocollo esecutivo dell’Accordo di Cooperazione Culturale e Scientifica fra la Repubblica di San Marino e la Repubblica Italiana, firmato a Roma il 21 marzo 2002 e in vigore dal 19 gennaio 2004. Il Protocollo, che ha valenza per il triennio 2011-2013, stabilisce programmi di cooperazione bilaterale nei campi della cultura, della ricerca, dell’arte, del cinema, della televisione, dell’università, dell’archivistica e dell’editoria.
Soddisfazione è stata espressa dal Segretario di Stato alla Cultura, Romeo Morri, firmatario da parte sammarinese e dall’Ambasciatore d’Italia a San Marino, Giorgio Marini, che ha sottoscritto il Protocollo da parte italiana. Marini ha sottolineato l’importanza della cultura e in particolare di alcuni temi presi in esame dal Protocollo, quali quello del Parco Scientifico e Tecnologico e della Radio-Televisione. L’Ambasciatore Marini, nel sottolineare il risultato ottenuto in sinergia dai due Paesi, ha ricordato che il Protocollo è già esecutivo e che saranno assegnate subito due borse di studio a studenti sammarinesi che desiderano approfondire i loro studi presso le università italiane. A questo proposito, chi fosse interessato può consultare direttamente il sito dell’Ambasciata d’Italia a San Marino (www.ambsanmarino.esteri.it/ambasciata_sanmarino).
Il Diplomatico ha poi anticipato che è stata prevista, sempre nell’ambito della collaborazione culturale, una serie di iniziative congiunte per celebrare anche a San Marino i 150 anni dell’Unità d’Italia; iniziative che partono oggi con una rassegna di filmati sull’emigrazione italiana e sammarinese nel mondo e che saranno successivamente illustrate nel dettaglio.
A inaugurare le iniziative del 150° era presente oggi a San Marino l’On. Franco Narducci, Vice Presidente della Commissione Esteri della Camera dei Deputati italiana. L’Ambasciatore ha concluso auspicando una rapida firma dell’Accordo contro le doppie imposizioni fiscali fra i due Paesi.
Anche i Segretari di Stato all’Industria, Marco Arzilli, al Turismo, Fabio Berardi, e al Lavoro, Francesco Mussoni, hanno assistito alla firma odierna e si sono compiaciuti per questo segno concreto di rilancio delle relazioni fra i due Paesi. Arzilli ha sottolineato l’importanza del Parco Scientifico e Tecnologico, annunciando a breve una riunione tecnica con il Ministero dello Sviluppo Economico italiano per procedere nel progetto. Berardi ha ricordato il legame fra cultura e turismo e come, a parte l’empasse con il Ministero dell’Economia, i rapporti fra Italia e San Marino siano in evoluzione in tutti gli altri settori. Mussoni ha infine sottolineato come l’aspetto culturale e scientifico sia il substrato di ogni sviluppo economico e come la firma odierna contribuisca a rinsaldare i vincoli di amicizia e collaborazione fra Italia e San Marino.

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy