All’Università di San Marino un seminario sulla digitalizzazione delle collezioni librarie

L’evoluzione storica dei progetti di digitalizzazione delle collezioni librarie, la piattaforma per la distribuzione delle opere digitalizzate, le normative sui diritti d’autore delle opere originali. E ancora: le licenze aperte e il copyright, l’organizzazione delle collezioni e la fruizione delle opere, gli strumenti, i processi e le fasi della digitalizzazione. Questi alcuni degli argomenti che verranno trattati durante il seminario “La digitalizzazione di collezioni librarie”, in programma il 2 e 3 maggio prossimi nell’Antico Monastero di Santa Chiara, la sede dell’Università degli Studi della Repubblica di San Marino collocata nel centro storico del Titano.

Organizzata dalla Biblioteca Universitaria e dall’azienda sammarinese Data Project Servizi Informatici, in collaborazione con il Dipartimento di Economia, Scienze e Diritto dell’Ateneo, l’iniziativa conta su 12 ore di attività caratterizzate da un programma composto da una parte teorica, nella quale verranno proposti anche esempi pratici, e dei lavori di gruppo su casi concreti. A coordinare l’appuntamento sarà Antonella De Robbio, referente copyright e responsabile del settore progetti della Biblioteca Digitale del Centro di Ateneo per le Biblioteche dell’Università degli Studi di Padova.

“Lo scopo del corso è offrire un quadro chiaro su ciò che significa ‘biblioteca digitalizzata’, quali sono le sue componenti, quali sono le sue funzioni, in quale misura essa coinvolge persone, enti e organizzazioni”, afferma De Robbio descrivendo il seminario. “La digitalizzazione delle collezioni delle biblioteche è una delle linee strategiche per le quali sono previste differenti figure di operatori che necessitano di una formazione a più livelli – prosegue – digitalizzare il patrimonio delle biblioteche significa trasformare le vie di accesso alle informazioni e il modo in cui si fa ricerca. Le biblioteche hanno la responsabilità di garantire un accesso globale alle loro collezioni fisiche creando collezioni digitali dalle copie analogiche laddove i diritti d’autore, copyright o altre tipologie di diritti lo consentano”.

L’iniziativa è rivolta agli operatori coinvolti nei progetti di digitalizzazione e nella gestione dei diritti, come bibliotecari, informatici, fotografi e giuristi amministrativi. Per le iscrizioni è possibile inviare una email di richiesta all’indirizzo biblio@unirsm.sm

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy