Ancora un grande evento d’arte dalla ECSO

REPUBBLICA DI SAN MARINO

SEGRETERIA DI STATO
PER IL TURISMO, LO SPORT,
LA PROGRAMMAZIONE ECONOMICA,
I RAPPORTI CON L’A.A.S.S.
_________
L’UFFICIO STAMPA

Ancora un grande evento d’arte dalla ECSO per promuovere San Marino attraverso il binomio turismo/cultura

Grande afflusso di visitatori per l’inaugurazione della mostra “La fine delle avanguardie, da De Chirico a Guttuso”, che si è aperta ieri alle ore 20,00 nella Galleria Galleria San Marino Palazzo Arzilli, alla presenza del Segretario di Stato per il Turismo, Fabio Berardi, e del Segretario di Stato per la Cultura, Romeo Morri.

La mostra, promossa dall’Associazione ECSO, già curatrice lo scorso anno della esposizione dedicata a Andy Warhol, propone una selezione di 26 opere di 16 grandi artisti italiani del Novecento: da Balla a Casorati, da De Chirico a Sironi, Perilli, Guttuso, prodotte in un arco di tempo dal 1920 al 1960. Opere che sono rimaste come tracce indelebili di un periodo in cui la cultura, l’economia, la politica, la società, gli equilibri tra le potenze , in tutta Europa, sono cambiati profondamente.

“L’evento – ha detto il Segretario di Stato Berardi – è tra i più importanti del nostro calendario 2010 e porta un contributo molto apprezzabile al turismo e alla crescita culturale della popolazione. Ringrazio tutti coloro che hanno reso possibile questa mostra, gli sponsor importanti, come la Fondazione Cassa di Risparmio, e, in particolare, l’associazione ECSO che torna, un anno dopo Andy Warhol, a proporci un evento di indubbio valore, contribuendo a rinforzare e a dare corpo a quel cambiamento di corso che auspico per qualificare il turismo e per riparametrare le politiche di valorizzazione del Paese in coerenza col riconoscimento Unesco”.

Il folto pubblico di intervenuti ha potuto apprezzare in tarda serata la lunga presentazione delle opere fatta da Vittorio Sgarbi, che ha contribuito a rendere ancor più comprensibili le tele esposte, dipanandone il valore artistico, culturale e storico ed il legame che perdura con la nostra quotidianità.

L’esposizione resterà aperta fino al 12 settembre prossimo, consentendo di programmare la visita alla mostra anche in un periodo, a fine agosto, di maggiore tranquillità e di minore affollamento turistico, potendo gustare al meglio delle prerogative della nostra ospitalità e del nostro centro storico.

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy