ANTIRICICLAGGIO, SEGRETARIO DI STATO MACINA:’MASSIMO IMPEGNO E NESSUNA TOLLERANZA’

REPUBBLICA DI SAN MARINO

Ufficio Stampa del Congresso di Stato

Nella lotta al riciclaggio l’impegno della Repubblica di San Marino è “incondizionato e totale”. La Segreteria di Stato per le Finanze e il Bilancio interviene con alcuni chiarimenti in relazione alle notizie stampa riguardanti l’operazione denominata “Camaleonte” avviata dalla Direzione distrettuale Antimafia di Milano.

Il Segretario di Stato Stefano Macina chiarisce infatti che “nel contrasto al riciclaggio di denaro sporco così come al finanziamento del terrorismo internazionale e la possibile infiltrazione della malavita organizzata, San Marino ha posto il massimo impegno e non c’è e ci sarà alcuna tolleranza”. Di fatto, la collaborazione sull’indagine della DdA, da parte degli organi preposti, quali l’Interpol sammarinese, con le autorità italiane, è stata avviata da tempo e sono in corso anche le necessarie verifiche da parte della Banca Centrale di San Marino e degli organismi di controllo sulle società.

Sul fronte dell’antiriciclaggio inoltre, l’impegno sammarinese può contare oggi anche su nuove norme e maggiori risorse rispetto al passato, grazie alle recenti normative adottate nel 2008: la prima riguarda, rispettivamente, la riorganizzazione dei servizi di vigilanza sulle attività economiche, mentre la seconda è la legge in materia di antiriciclaggio e contrasto del finanziamento del terrorismo. In particolare, con quest’ultima normativa, il Titano ha recepito le raccomandazioni del Gafi, Gruppo di azione finanziaria, e del Moneyval, Comitato del Consiglio d’Europa contro il riciclaggio, armonizzando la sua legislazione agli standard europei e internazionali.

CR/cs
San Marino, 22 ottobre 2008

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy