Area Democratica critica il governo

Lasciano perplessi le dichiarazioni del Governo in merito alle misure di contrasto all’emergenza sanitaria in atto. Si apprende infatti da San Marino RTV, che il Governo non ha un’idea condivisa su come affrontare il rapido aumento di contagi in Repubblica. Proprio nella giornata di martedì 9 marzo scorso, i vertici dell’ISS annunciavano preoccupati il fallimento delle misure restrittive contenute nell’ultimo decreto emanato dal Congresso di Stato, in ragione del sempre più elevato numero di contagiati e soprattutto di ricoverati.

Dopo una dichiarazione tanto solenne quanto accorata, ci si aspettava una reazione unanime dalla politica o quantomeno della maggioranza. E invece nulla. Il giorno seguente infatti il Segretario Fabio Righi, pensando di fare proprio l’invito dei sanitari, propone di riaprire i ristoranti anche la sera, mentre il Segretario Lonfernini dice di aver ascoltato preoccupato le dichiarazioni dell’ISS, ma non si pronuncia oltre. Il meglio, come spesso avviene di questi tempi,  lo dà invece il Segretario Ciavatta, che invita pubblicamente i suoi colleghi di Governo a prendere misure di maggior rigore, financo impopolari, in netto contrasto quindi con quanto detto da Righi pochi secondi prima.

Il super Segretario alla Sanità termina poi il proprio ragionamento, affermando che qualora i suoi colleghi non dovessero dargli retta, di conseguenza l’Ospedale probabilmente non erogherà più servizi, ma lui non si sentirà responsabile.

Dov’è finita la collegialità del Congresso di Stato? Ciavatta cercando di scaricarsi di responsabilità ricatta i suoi colleghi dichiarando di chiudere l’ospedale se non si fa come vuole lui. Il livello di maturità nel governare questa situazione è molto basso.

Insomma il teatrino stucchevole messo in atto da tre congressisti denota scarsa visione d’insieme e crea confusione fra i cittadini e gli operatori. È inutile invocare unità e sacrifici, se alla fine le idee sono confuse soprattutto all’interno del Governo.

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy