assemblea generale delle Nazioni Unite

Oltre 140 gli iscritti a parlare alla Riunione Plenaria Commemorativa dell’Assemblea Generale delle Nazioni Unite dedicata ai seguiti da dare alla Speciale Sessione sui Bambini del 2002, apertasi questa mattina a New York. Primi ad intervenire, dopo l’apertura del Presidente dell’Assemblea Generale, il messaggio del Segretario Generale Ban Ki-moon e l’intervento del Direttore Esecutivo dell’UNICEF, i Capitani Reggenti, Mirco Tomassoni e Alberto Selva.
Nel loro discorso, pronunciato da S.E. Mirco Tomassoni, i Capi dello Stato hanno sottolineato come la Repubblica di San Marino abbia voluto partecipare al più alto livello per significare l’importanza che il Governo sammarinese attribuisce alla tutela dell’infanzia ed in generale alla difesa dei Diritti Umani.

“La Reggenza esprime il più vivo plauso per l’intenso lavoro condotto in favore della difesa dei diritti dei minori dall’Organizzazione delle Nazioni Unite e dal Fondo delle Nazioni Unite per l’infanzia”. Così i Capitani Reggenti che hanno proseguito affermando “Purtroppo, negli ultimi dieci anni, il moltiplicarsi dei conflitti e dello sfruttamento conseguente dei bambini, sottoposti ad ogni forma di violenza, è da considerarsi assolutamente inaccettabile. Per questo è indispensabile il massimo impegno internazionale per ricercare il superamento di questa insostenibile situazione”. La Reggenza ha proseguito illustrando la realtà sammarinese relativa alle norme ed alle azioni concrete di tutela dei minori ed al vivace contributo del mondo del volontariato, che si rivolge alle aree di povertà e di conflitto con grande spirito solidaristico. La Reggenza ha concluso auspicando che l’odierna riunione speciale possa dare nuovo e ulteriore impulso a favore della volontà internazionale di rafforzare la protezione dei diritti dei bambini.

Il Segretario di Stato per gli Affari Esteri, Fiorenzo Stolfi, che ha accompagnato la Reggenza in questa missione alle Nazioni Unite si è dichiarato soddisfatto della considerazione di cui il nostro Paese gode nel contesto dell’ONU “Gli incontri avuti con il Segretario Generale, con il Presidente dell’Assemblea Generale e con il Direttore Esecutivo dell’UNICEF” ha detto Stolfi “hanno confermato che il nostro Paese può e deve giocare un ruolo attivo e propositivo all’interno della massima Organizzazione internazionale e la nostra politica estera è indirizzata verso l’accoglimento di questo invito, nella consapevolezza e nella speranza che il patrimonio della nostra storia di pace possa divenire il patrimonio di tutti i Paesi, grandi o piccoli che siano”.

New York 11 dicembre 2007

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy