Assemblea Sums

Numerosa partecipazione alla Assemblea Generale dei Soci della SUMS che si è svolta sabato scorso.
L’Assemblea ha proceduto, come previsto dall’ordine del giorno, alla nomina di Paolo Montagna, Marino Manuzzi e Ercole Gardini come nuovi membri del Consiglio Direttivo, di Alessandro Bianchini come rappresentante della Sums in seno al Consiglio di Amministrazione della Fondazione Cassa di Risparmio-Sums e di Danilo Dolcini e Gian Luca Belluzzi come Sindaci Revisori. Inoltre ha nominato Romano Belluzzi Consigliere di Amministrazione della S,A, Silo Molino Forno.
Il Presidente Carlo Biordi ha ampiamente riferito sul progetto della Casa Residenza Anziani della Fiorina che è arrivato alla conclusione.
Un progetto che nasce da una sinergia della SUMS e dello Stato fin dal 1998 con un accordo convenzionale, integrato alla fine del 2004, con il quale lo Stato mette a disposizione il terreno di circa 39 mila metri quadrati e la SUMS i fondi necessari, oltre 7 milioni di euro in questa prima fase, per finanziare l’intera opera. La Fondazione Casale La Fiorina, all’uopo costituita dalle due parti, ha il compito di provvedere prima alla completa realizzazione dell’opera e successivamente a seguirne la gestione ed il controllo.
L’opera rappresenta una eloquente realizzazione nel settore della socialità sammarinese per i sammarinesi, soprattutto per i cittadini anziani in costante aumento e bisognosi di assistenza, progettata e curata da uno staff di professionisti sammarinesi, scaturita da una significativa ed esemplare collaborazione fra lo Stato ed un ente privato come la SUMS.
Una struttura con spiccate caratteristiche residenziali per 50 persone anziane “autosufficienti” e “non auto sufficienti”, ed un centro diurno per altri 25 ospiti.
E’ stato compreso nel progetto anche il recupero conservativo dell’esistente “Casale” e della casetta attigua che, utilizzati per uffici e locali ausiliari, sarnno di complemento alla struttura residenziale.
La Fondazione Casale La Fiorina sta proprio in questi giorni concludendo un accordo per la locazione e la gestione della struttura con una primaria società del settore.
Tale scelta e stata fatta sulla base della affidabilità, dell’esperienza gestionale, delle migliori garanzie di conduzione e di amministrazione e ovviamente delle condizioni economiche che sono state oggetto di un ponderato e attento esame.
Si ritiene che la Fondazione possa concludere tale accordo entro brevissimo tempo, per poter procedere, in accordo con il gestore alla acquisizione dei mobili e arredi necessari, e quindi alla apertura della struttura entro l’estate prossima.
A tale proposito il Presidente ha ringraziato la Fondazione San Marino Cassa di Risparmio – SUMS che ha deliberato di partecipare al progetto mettendo a disposizione la somma di € 250.000 per l’acquisto di mobili e attrezzature.
Si sta ora organizzando una visita ufficiale di presentazione dell’opera a tutta la cittadinanza, con espresso invito a tutti i soci ed alla cittadinanza ad essere presenti.
Il Presidente ha anche presentato un conteggio dei costi di realizzazione, che hanno avuto
un incremento, derivante da migliorie ed opere aggiunte, per rendere la struttura adeguata alle ultime normative in ordine alla sicurezza ad al confort.
Il costo a metro quadrato della struttura è risultato pari a € 1.443, riferito ai 4831 mq. realizzati, costo del tutto in linea, se non inferiore, a quello indicato dai tecnico per tale tipo di costruzione.
Il costo a metro quadrato di ristrutturazione del vecchio casale e ripostigli annessi, riferito a mq. 361, è risultato pari a € 2.023 anche questo mediamente al di sotto della media per ristrutturazioni di questo tipo.
La Sums è consapevole di questo maggiore sforzo è chiamata ad affrontare, ma ha voluto realizzare una struttura di eccellenza, in linea con i più moderni schemi e regolamenti vigenti in materia di sicurezza e di assistenza agli anziani, completa di tutti i servizi ad oggi contemplati, e soprattutto un struttura durevole nel tempo.
Questa opera rappresenta un’ altra pietra miliare che, a distanza di 133 anni dalla sua fondazione, la Sums pone a beneficio del Paese a dimostrazione che è ancora attiva e prosegue nel suo ruolo di attenta presenza alle necessità del Paese.
Il Presidente ha anche illustrato il progetto di ampliamento della struttura di ulteriori N° 50 posti, per la quale la Sums ha già accantonato parte della somma necessaria e per il quale è in atto un accordo convenzionale con lo Stato. Ampliamento che dovrebbe essere portato a termine entro un paio di anni.

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy