Bacciocchi e Stolfi ai sindacati sul piano McKinsey

PIANO MCKINSEY. I SEGRETARI DI STATO STOLFI E BACCIOCCHI ALLA CSU: “NO ALLA POLITICA DEI VETI, REMIAMO NELLA STESSA DIREZIONE”

Un invito a “valutare e capire la valenza strategica del progetto McKinsey”, per il rilancio dei settori Turismo e Commercio, è stato rivolto ieri pomeriggio a Palazzo Mercuri dalla Delegazione di Governo ai rappresentanti delle organizzazioni sindacali. Il vertice, in cui Fiorenzo Stolfi, Segretario di Stato per gli Affari Esteri, e Antonello Bacciocchi, Segretario di Stato al Turismo,

hanno illustrato il piano McKinsey ai rappresentanti Csu, è il proseguimento di un confronto aperto tra Governo, associazioni di categoria e organizzazioni sociali, sul documento elaborato dalla nota società di consulenza.
“Nel progetto non troviamo una ricetta completamente innovativa- ha spiegato il Segretario di Stato Stolfi- ma per la prima volta abbiamo un piano organico pluriennale di rilancio del turismo e del commercio”. Per il Segretario di Stato Bacciocchi, il piano McKinsey rappresenta “una fotografia reale del nostro Paese, non calata dall’alto, in grado di offrire soluzioni complessive e di prospettiva”. Obiettivo del confronto con le realtà economiche e sociali del Paese è la più ampia condivisione sulle proposte: “Dobbiamo remare tutti nella stessa direzione- è l’augurio dei Segretari di Stato- perché con la politica dei veti si è finito per ridurre progressivamente il peso dei settori Turismo e Commercio nell’economia del Paese”. Dal sindacato sono state avanzate poi domande sulle proposte relative a occupazione, ambiente e formazione, a cui i Segretari di Stato hanno ampiamente risposto. “Il progetto non vuole stravolgere il territorio- ha assicurato Bacciocchi- tiene conto della compatibilità e della sostenibilità ambientale e allo stesso tempo prevede la realizzazione di infrastrutture importanti, come strade, parcheggi e alberghi”. E ancora, sul fronte occupazionale, il Segretario di Stato per il Turismo assicura che “ci saranno grandi opportunità per i giovani di questo Paese”. Infine, i rappresentanti dell’Esecutivo sottolineano che c’è condivisione politica sul progetto, tanto che è intenzione delle forze di Governo iniziare a tradurre parte dei suoi contenuti al più presto. Infatti, spiegano, nella Legge obiettivo, che sarà presentata nel prossimo Consiglio Grande e Generale, sono già stati inseriti elementi relativi al territorio, al turismo e al commercio, coincidenti con quanto indicato da McKinsey.

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy