Banca di San Marino, per i privati colpiti dalla crisi dell’immobiliare

La Banca di San Marino ha chiesto l’autorizzazione ad operare attraverso una immobiliare a sostegno dei privati che hanno versato anche quote rilevanti per l’acquisto di una abitazione e non ne possono entrare in possesso perché non sono stati portati a termine i lavori.

Lo  riferisce La Voce di Romagna – San Marino: Il vice direttore: “Permetterà di portare a compimento cantieri oggi fermi” / Bsm chiede una licenza da società immobiliare

Per gestire le criticità che si sono venute a creare nel settore dell’edilizia e in particolare lo stallo in alcuni cantieri, Banca di San Marino ha inoltrato domanda al Congresso di Stato per ottenere una licenza da società immobiliare. 

“Nessuna intenzione – spiega il vice direttore vicario Valter Zanotti – di ampliare il nostro raggio di attività. Si tratta solo di gestire al meglio un periodo di transizione”. In buona sostanza il progetto sarebbe quello di fare confluire nella società immobiliare alcuni cantieri o immobili  semi-finiti che saranno gestiti attraverso l’Istituto Bancario. Questo, spiegano, dalla Bsm, “permetterà di portare a compimento le costruzioni e così dare una risposta a coloro che hanno acquistato sulla carta. Un’operazione limitata nel tempo e negli immobili, finalizzata a gestire al meglio la criticità”.

 

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy