Capitano di Castello e Giunta, parere negativo su Piano particolareggiato

E’ stato definitivamente approvato in data odierna (ieri per chi legge) dalla Commissione per le Politiche Territoriali, il Piano Particolareggiato denominato D116 di Chiesanuova – zona laghi (sotto la vecchia camiceria).
Tale Piano rende operativa una variante al Piano Regolatore Generale deliberata nei mesi scorsi dal Consiglio Grande e Generale (articolo 7 della Legge n. 81 del 5 maggio 2010), che ha trasformato la destinazione dell’area in oggetto da ‘Area Servizi’ ad ‘Area produttiva a Piano Particolareggiato’.
Tutto questo con l’obiettivo di sanare una situazione che ‘di fatto’ ha visto sorgere sull’area incriminata, fin dal 1995, degli opifici, in gran parte di proprietà dello Stato (sic!), all’interno dei quali, con licenze provvisorie, si sono sviluppate 4/5 attività produttive di carattere artigianale.
Il Piano approvato permetterà alle attività presenti di poter ampliare notevolmente i volumi degli edifici attuali, permettendo di costruire capannoni industriali con un vincolo di altezza di 11 metri (attualmente sono alti circa 5 metri), altezza minima per le aree produttive.
Quanto accaduto ha spinto il sottoscritto e la Giunta di Castello ad esprimere parere negativo al Piano. Parere espresso ufficialmente agli uffici preposti e ribadito anche in Commissione per le Politiche Territoriali.
Ciò che mi spinge a rendere pubblico tutto questo è la convinzione che queste modalità di gestione del nostro territorio non debbano più ripetersi.
Non è giusto autorizzare insediamenti produttivi in barba a qualsiasi norma in vigore.
Non è giusto approvare varianti di PRG senza darne una corretta e doverosa informazione ai cittadini.
Franco Santi – Capitano di Castello di Chiesanuova

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy