Cesena. Al Bonci Fabrizio Gifuni algido e travolgente in un omaggio alla letteratura di Camus

CESENA. Martedì 12 e mercoledì 13 aprile (ore 21) è atteso al Bonci Fabrizio Gifuni (David di Donatello e Nastro d’argento per Il capitale umano) che presenta LO STRANIERO, UN’INTERVISTA IMPOSSIBILE, reading teatrale in cui la sua voce intensa e le suggestioni sonore si intrecciano alle parole dure di Albert Camus. 

“Oggi la mamma è morta. O forse ieri, non so”: il folgorante incipit de Lo straniero è la prima frase che Gifuni pronuncia in questo potente omaggio al romanzo cardine dell’esistenzialismo. Un’interpretazione di forte impatto emotivo in cui il pluripremiato attore romano – vestito di bianco, reso abbagliante dalle luci e circondato da microfoni ad asta – dà voce e carne allo straniero Meursault, impiegato di origine francese ad Algeri che racconta la sua storia a partire dalla morte della madre. 

Comunicato Stampa


Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy