Il Gruppo Colombini chiude il 2021 alla grande: 220 milioni di fatturato, in crescita del 30 per cento

Il presidente Emanuel Colombini: “Risultato ottimo, i dati mostrano la solidità dell’azienda”

Ottimi risultati per il Gruppo Colombini, nato a San Marino nel 1965, che ha chiuso il 2021 con tutti gli indicatori economici che puntano verso l’alto. Leader nel settore dell’arredamento in Italia, il gruppo ha raggiunto un fatturato che supera i 220 milioni di euro (+30%). In aumento del 59% i ricavi, a quota 270 milioni di euro, grazie anche all’acquisizione di Bontempi Casa.

Tutti risultati superiori al budget e potenziati dagli investimenti. Oltre 10 milioni di euro sono dedicati allo sviluppo di nuove tecnologie con l’introduzione di un sistema di Intelligenza artificiale per ottimizzare la gestione delle commesse dei brand. Aumentato del 14% il rispetto della data di consegna, riducendo poi le perdite del 20%. Stanziati infine altri 10 milioni di euro, per incrementare la pubblicità. Intanto la scuola interna per formare e aggiornare personale e partner ha sfornato oltre 5mila ore.

“I dati mostrano la solidità del Gruppo in termini industriali e finanziari – commenta il presidente Emanuel Colombini -. Abbiamo sovraperformato, crescendo del 30% su una media di mercato stimata sul 20%”.

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy