Commento sulla raccolta delle banche in maggio

PERDITA DI 60 MLN DA APRILE A MAGGIO, MA QUELLA DIRETTA TIENE

(DIRE) San Marino, 19 ago. – La crisi non risparmia nemmeno le
banche del Titano: continua a registrare segno negativo, infatti,
la raccolta bancaria nella Repubblica di San Marino. Secondo i
dati di maggio diffusi oggi dalla Banca centrale, la perdita
rispetto ad aprile e’ infatti di 60,6 milioni di euro: sono stati
raccolti in tutto 13,6 miliardi, di cui 9,4 di raccolta diretta e
4,2 di indiretta. La prima si e’ contratta per 6,5 milioni, la
seconda per 54,1 milioni. La raccolta diretta, comunque, da
inizio anno registra un tasso di crescita positivo e solo ora si
registra un 5,9% in ribasso rispetto ad aprile. La raccolta
indiretta denota invece un calo di quasi il 26% da inizio anno.
Notizie migliori arrivano dagli impieghi, a maggio a quota 5,6
miliardi di euro, con un aumento di quasi 154 milioni. La
crescita del 18% da gennaio a oggi e’ principalmente frutto, si
legge nella nota di Bcsm, dell’aumento dei crediti in conto
corrente, piu’ 120 milioni.
Il rapporto tra impieghi e depositi del sistema registra un
miglioramento di oltre il 2%. L’ammontare delle sofferenze e’ di
131,4 milioni di euro e il rapporto con gli impieghi al 2,4%,
invariato rispetto ad aprile.
Rispetto all’inizio dell’anno, termina la nota, la raccolta
diretta ha ancora segno positivo, grazie a un aumento di circa
237 milioni di euro, ma quella totale segna una flessione da
quasi 240 milioni, dovuta alla contrazione di circa 476 milioni
della raccolta indiretta.

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy