Considerazioni aumento indennità di funzione

In merito alla querelle tra Segreteria Interni e CSU relativamente all’aumento delle indennità di funzione per i dipendenti della Pubblica Amministrazione, l’Unione Sammarinese Lavoratori ritiene doveroso far presente alcune considerazioni.
Nonostante l’importanza degli argomenti trattati , sarebbe stato opportuno definire non solo verbalmente a quali voci retributive facesse riferimento l’espressione “parti economiche” presente nell’Accordo tripartito, ma che fosse messo nero su bianco che tutte le voci della busta paga dovessero in effetti essere sensibili di aumento.
Non va dimenticato che l’USL , per i motivi ormai noti, solo in un secondo momento ha avuto accesso al tavolo tripartito, quando ormai gran parte della contrattazione volgeva al termine.

L’USL ritiene che se da un lato è vero che la Pubblica Amministrazione da anni non vede aumentare le indennità , con rinnovi di contratto a costo zero e non debba continuare ad essere penalizzata, dall’altro l’attuale scenario economico e la precarietà dei posti di lavoro nel settore privato impongono scelte equilibrate e lungimiranti.
In questo senso la scelta di destinare la cifra relativa agli aumenti dell’indennità di funzione per la formazione dei dipendenti della PA è vista dall’Unione Sammarinese dei Lavoratori come una soluzione equa, che permetterebbe al pubblico dipendente di aggiornarsi e accrescere la propria professionalità , un aspetto trascurato da tempo proprio per la mancanza di fondi e che l’USL ha posto tra gli obbiettivi fondamentali da raggiungere, obiettivi presentati nella Piattaforma della P.A. ed espressamente ribaditi a tutti i tavoli di confronto col Governo.
Naturalmente occorre definire in modo chiaro con il Governo i percorsi formativi creando un fondo pro-formazione e concordando un vero e proprio piano di formazione-aggiornamento.
Ovviamente però prima di prendere una posizione definitiva dovranno essere riascoltati i nostri iscritti.

Il Segretario Pubblico Impiego U.S.L.
Giorgia Giacomini

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy