Consiglio Grande e Generale, 16 settembre notturna

COMUNICATO STAMPA 

CONSIGLIO GRANDE E
GENERALE 16-24 SETTEMBRE

LUNEDI’ 16 SETTEMBRE – NOTTURNO

 

            La seduta notturna
è proseguita con il comma comunicazioni, in cui si è passati alle risposte alle
47 interpellanze e interrogazioni previste all’ordine del giorno. I lavori si
sono interrotti all’interpellanza n. 24.

Di seguito un
estratto della seduta, con alcune risposte dei segretari di Stato alle
interpellanze affrontate. Quelle incentrate su dati di natura fiscale, di
particolare complessità, saranno riprese la prossima settimana, come ha
spiegato il segretario di Stato per le Finanze, Claudio Felici, in modo da
offrire risposte più organiche e complete.

 

COMUNICAZIONI: 

Roberto
Ciavatta, Rete: “
Nessuno
o quasi ha commentato le dichiarazioni di Denise Bronzetti e mi stupisce. Di
fronte a dichiarazioni così forti sul secondo partito del Paese è seguita solo
una breve e superficiale presa di posizione di Giovagnoli. poi il silenzio e mi
pare molto strano. Alllo stesso modo penso che forse mi sono perso qualcosa
perché la Reggenza nominata non è quella indicata qualche settimana fa. Forse,
a seguito della presa di posizione di chi sarebbe meglio stesse zitto. Mi
stupisco che il suo partito di riferimento non abbia preso le distanze. Ho
rilevato da Bronzetti di una forte richiesta di cambiamento, ma anche nella
replica di Giovagnoli si è parlato di svolta rispetto politica del passato, c’è
un’incomprensione tra i due ma non nella direttrice dell’azione politica. Su
questo ritengo utile un confronto in Aula ”.

 

Risposte
interpellanze/interrogazioni

– Interrogazione
presentata dal Consigliere Andrea Zafferani sui dettagli relativi alle
dichiarazioni dei redditi delle varie categorie di contribuenti per gli anni
2010, 2011 e 2012.

Risponde il segretario di Stato per le Finanze, Claudio Felici:
“Si comunica che la distribuzione dei redditi per famiglie sammarinesi non
è disponibile in quanto le attuali procedure informatiche in gestione ai
competenti uffici non permettono l’estrazione del dato; inoltre non esistono
dati storici. E’ intenzione del governo nell’ambito della gestione del piano
informatico rivedere e adeguare le procedure in tal senso. Si trasmettono, in
allegato alla presente,
i dati relativi alla distribuzione dei redditi dei soggetti e per le seguenti
categorie di contribuenti:
– redditi lordi lavoratori dipedenti, Igr- G e L)
– redditi lordi lavoro autonomo (Igr L)
– redditi lordi per redditi di impresa (Igr L)
– utile fiscale società per scaglioni da 10 mila (Igr P)
– utile fiscale ditte individuali e in contestazione in regime
forfettario”.

 

– Interpellanza
presentata dal Consigliere Francesca Michelotti per conoscere i dati
sull’andamento e la struttura della raccolta delle banche sammarinesi Si
associa il Consigliere Franco Santi che richiede risposta scritta.

Risponde il
segretario di Stato per le Finanze, Claudio Felici:
“La scrivente
segreteria di Stato ritiene non opportuno divulgare dati ritenuti sensibili sul
sistema bancario sammarinese, nell’interesse dell’intero sistema bancario
finanziario e del Paese. In ogni caso, i dati richiesti ed elaborati da Banca
centrale sono a disposizione per una loro consultazione da parte degli
interpellanti presso la scrivente segreteria. I dati aggregati sono i seguenti.
La raccolta complessiva al 30 giugno 2013 ammonta complessivamente a 7.126
milioni di euro, quella diretta a 5.061 milioni, di cui riferite alle banche
storiche 4.442 milioni e alle altre banche 639 mila. La raccolta indiretta
complessiva pari a 2.065 mln è di pertinenza della banche storiche per 1.784
mln e alle altre banche per 281 mila euro”.

Francesca
Michelotti, Su, replica: “
Sono insoddisfatta della risposta e anche delusa
perché ci arrivano solo dati aggregati. Gli altri dati ritenuti troppo
riservati. E’ un’ argomentazione un po’ logora e pericolosa. È un alibi un po’
troppo comodo. Per questo trasformo l’interpellanza in mozione”.

 

-Interpellanza
presentata dai Consiglieri Andrea Zafferani e Luca Santolini per conoscere
quali Aziende beneficiano attualmente – e/o abbiano beneficiato negli ultimi 25
anni – di agevolazioni fiscali, nonché- nel dettaglio – la tipologia, gli
importi e la durata di tali agevolazioni e per conoscere la posizione e le
intenzioni future del Governo in merito, anche alla luce della prospettata
riforma tributaria.

Risponde il segretario di Stato per le Finanze, Claudio Felici: “La
richiesta è molto vasta e richiede un oneroso procedimento di reperimento di
dati, anche in ragione che nell’arco di 20 anni sono cambiate le procedure
informatiche. I dati a disposizione dell’ufficio tributario risalgono agli anni
’90, mentre per le persone giuridiche non è possibile risalire ai soggetti che
hanno usufruito di agevolazioni se non a partire dagli anni due mila.  Le procedure informatiche utilizzate in
quegli anni non permettono di effettuare oggi una estrapolazione automatica dei
dati. Dal 2004 la procedura informatica delle dichiarazioni dei redditi delle
persone giuridiche permette l’estrazione dei soggetti che hanno avuto
agevolazioni. Questa estrapolazione viene allegata alla presente”. 

 

Interpellanza
presentata dai Consiglieri Andrea Zafferani e Franco Santi per appurare
conoscere se – e con quali esiti – sia stata esercitata dall’ Avvocatura dello
Stato azione civile al fine di addivenire al recupero dei cosiddetti “crediti
monofase” nell’interesse dell’Ecc.ma Camera, nonché per conoscere le intenzioni
del governo in caso di esito negativo della suddetta azione”.

Risponde il segretario di Stato per le Finanze, Claudio Felici: “Dalla
data di pubblicazione delle sentenze penali rese nei procedimenti penali Long
Drink – sentenze che hanno dichiarato l’estinzione del reato per intervenuta
prescrizione o per morte del prevenuto- molteplici sono stati gli incontri fra
i vari uffici coinvolti e le segreterie di Stato competenti per acquisire i
dati necessari a predisporre l’atto di citazione – atto preparato ma non ancora
depositato- e tentare di superare gli aspetti di criticità, anche sotto il
profilo tecnico giuridico, che sono emersi a un più attento esame. (…)Nel breve
periodo la segreteria di Stato per le Finanze sta approfondendo con i vari
interlocutori la problematica e ha posto al congresso di Stato la nomina di una
commissione amministrativa (delibera del 30 luglio 2013 n. 15) composta da
dirigenti e funzionari pubblici per la verifica delle procedure per la
riscossione dei crediti monofase. Nello specifico, la commissione avrà il
principale compito di verificare le procedure di riscossione delle imposte
indirette- monofase- al fine di rilevare le criticità a livello procedurale,
amministrativo e normativo del sistema, con particolare riferimento ai crediti
definiti di dubbia e difficile riscossione. Inoltre la commissione dovrà
segnalare le inefficienze o anomalie riscontrate nel sistema normativo e nella
prassi vigente e individuare responsabilità specifiche”.

Andrea
Zafferani, C10, replica: “
Sono passati 7 anni dalla delibera e ancora la
risposta è che ‘stiamo valutando’ . E’ uno dei pochi strumenti che abbiamo per
recuperare qualcosa e vorrei che il governo fosse deciso e concreto in questa
direzione. Sono completamente insoddisfatto della risposta. La
trasformeremo in mozione”.

 

Interpellanza
presentata dal Consigliere Gloria Arcangeloni sui dettagli connessi alle
procedure per l’accertamento dei redditi.

Risponde il
segretario di Stato per le Finanze, Claudio Felici: “
In questo caso
la mia non sarà una risposta. Su questa interpellanza la raccolta dati
dell’ufficio statistica non è organizzato nel modo richiesto
dall’interpellanza, abbiamo bisogno di qualche giorno per fornire i dati.
Risponderò la prossima settimana. Sarà così anche per alcune interpellanze
successive”.

Interpellanza presentata dai Consiglieri Mimma Zavoli e Andrea Zafferani
per ottenere l’elenco dettagliato dei soggetti economici e delle persone
fisiche tuttora debitori a livello tributario nei
confronti dello stato nonché per conoscere l’ammontare di tali debiti
e le relative modalità di pagamento.
Risponde il segretario di Stato per
le Finanze, Claudio Felici: “
In risposta all’interpellanza forniamo
l’elenco dei soggetti come richiesto”.

 

– Interpellanza
presentata dal Consigliere Luca Lazzari per chiedere dettagliati chiarimenti in
merito a quanto percepito – a partire dall’anno 2000 – dallo Stato (in termini
di imposte tributarie,
ritenute fiscali e di ritenute sugli interessi da depositi) da ogni banca
esistente (od esistita) in repubblica nonché in merito ai benefici ed alle
agevolazioni pubbliche da queste usufruite nel
medesimo arco temporale.

Risponde il segretario di Stato per le Finanze, Claudio Felici: “Anche
in questo caso chiederei di rinviare risposta all’interpellanza per organizzare
i dati alla prossima settimana”.


– 8 . Interpellanza presentata dal consigliere Luca Lazzari per appurare se
il Signor Lucio Amati abbia a suo tempo acquistato – per interposte persone –
la concessione relativa al credito sammarinese e per conoscere i nominativi
degli eventuali prestanome, il provvedimento con cui il congresso di stato ha
disposto la suddetta concessione , nonché i relativi pareri rilasciati
dall’ispettorato per il credito e le valute e da banca centrale.

Risponde il
segretario di Stato per le Finanze, Claudio Felici
: “Il congresso
di Stato, con delibera n.80 del 19/05/2003, concedeva il nulla osta alla
costituzione della Nuova Banca privata Spa. La banca veniva costituita in data
30 giugno 2003, nel 2004 la banca deliberava il cambio di denominazione in
Credito sammarinese spa. Il 23 marzo 2004 il sig. Ruggeri Vittorio Rossano
cedeva al sig. Mario Amati il 60% della partecipazione detenuta nel credito
sammarinese a un prezzo di euro 4.650.000. (…). Con data 5 novembre 2004, lo
studio legale incaricato inoltrava comunicazione preventiva dell’acquisto da
parte del sign. Lucio Amati della partecipazione del 10% detenuto dalal Gima .a.
A fine novembre 2004, la famiglia Amati risultava possedere il 70% del Credito
sammarinese. Nel dicembre 2009, in occasione della costituzione in pegno del
50,10% del capitale sociale del Cs a beneficio della Bsm, emerge con chiarezza
come le partecipazioni detenute dalla due società fiduciare, Trecentouno e Ibs
leasing, facessero capo al sig. Lucio Amati.

Dalla
documentazione in possesso della Bcsm non risulta il pagamento di una
concessione bancaria da parte di Lucio Amati per euro 5 min; ciò che emerge è
l’acquisizione da parte di Mario Amati del 60% del capitale sociale della banca
per 4.650.000 euro nonché l’acquisto da parte di Lucio Amati della Gimna e del
10% del capitale sociale al prezzo di 775 mila euro. In merito alle motivazioni
che avrebbero indotto il governo di allora al diniego di una concessione
diretta a Lucio Amati, facendo capo le decisioni a un altro governo rispetto al
presente ed essendo la segreteria per le Finanze condotta da altra persona, non
è possibile in maniera alcuna poter rendere conto delle motivazioni”.

 

– Interpellanza
presentata dal Consigliere Paride Andreoli sulla partecipazione del Governo
alla ricapitalizzazione della Cassa di Risparmio.

Risponde il segretario di Stato per le Finanze, Claudio Felici: “
La risposta ad
Andreoli non è scritta perché sarà nel prossimo provvedimento di legge di
assestamento di bilancio, non è elemento di novità. Rispondo ai due punti
dell’interpellanza: il governo intende aderire alla ricapitalizzazione di Cassa
di risparmio? La risposta è si.  Sul
punto B ho già risposto, avverrà con la modifica della legge sulle società. E’
un’operazione supportata e consigliata dal Fmi”.

Paride Andreoli,
Ps:
“Prendo
atto della risposta del segretario e che avverrà nelle prossime settimane con
l’assestamento di bilancio. Ciò significa che, oltre ad aderire alla richiesta
dell’Fmi, lo Stato si avvarrà di un prestito di pari entità. Avremo modo di
porre ulteriori domande a chiarimento, al momento sono soddisfatto della
risposta. Ci preoccupa però che, per aderire alla ricapitalizzazione, si vada a
richiedere un intervento finanziario elargito dallo stesso istituto di credito
cui lo Stato dovrà partecipare nell’ambito del capitale sociale”.

 

-Interpellanza
presenta da Consigliere Elena Tonnini su delibere di spesa dell’ Azienda Autonoma
di Stato per i Lavori Pubblici e dell’Azienda Autonoma di Stato per i Servizi Pubblici.

Risponde
il segretario di Stato per il Territorio, Matteo Fiorini:

“In
riferimento alla delibera del Cda, Aaslp n. 6 del 30 luglio 2013, si precisa che
per l’anno in corso

sono
stati programmati i seguenti interventi: manutenzione delle opere esistenti; installazione
di nuove reti su pareti rocciose e muri a secco (Via Riva dei Liscari, camminamento
costa dell’Amelia, Via Piana, Strada Sottomontana). Si allegano lettera d’invito
alla licitazione privata e Computo metrico-elenco prezzi (allegati n. 4 e 5). Delibera
Cda Aass n. 72 del 2/08/2013 € 800.000, sc.3,8% importo netto € 769.600, legittimata
dalla Commissione di Controllo della Finanza Pubblica in data 6 agosto 2013. Delibera
Cda Aass. n. 73 del 2/08/2013 € 73.500 “Esecuzione di trivellazione orizzontale
e posa tubazioni in località Murata” legittimata dalla Commissione di Controllo
della Finanza Pubblica in data 6 agosto 2013 in favore della Società Cemir s.a.s.
di Reggiolo (RE). II dettaglio dei lavori è descritto dagli elaborati grafici dell’Ufficio
progettazione e dal Capitolato speciale d’appalto; le motivazioni sono rappresentate
nella nota del Capo Servizio Elettricità avente oggetto: Appalto trivellazione teleguidata
, n°2397/29 AP del 14/05/2013. La durata di esecuzione dei lavori è prevista all’art.
13 dello stesso Capitolato speciale d’appalto. Per la scelta dei fornitori viene
fatto riferimento al Registro delle imprese tenuto dalla Azienda Autonoma di Stato
per i Servizi Pubblici a termini degli artt.8 e 9 del Decreto n.°10/2000, tuttavia
ciò verrà superato dal Registro Unico delle Imprese tenuto dalla Camera di Commercio.
La scelta delle imprese invitate alle licitazioni indette dall’Aaslp viene formulata
dal Consiglio di Amministrazione su indicazione da parte dell’ufficio di quelle
iscritte nel registro. Tutti i lavori commissionati dai CdA delle Aziende Autonome
di stato nel corso del 2012 e del 2013 con il dettaglio delle spese, della ditta/società
fornitrice, del lavoro assegnato e dello stato attuale dei lavori. Si allegano prospetti
relativi agli anni 2012 e 2013 con il dettaglio di tutti i lavori commissionati
dal CdA delle Aziende, nominativo dell’impresa assegnataria, importo e stato attuale
dei lavori”.

 


Interpellanza presentata dai Consiglieri Andrea Zafferani e Franco Santi per conoscere
– nel dettaglio – presupposti e natura di una serie di incarichi e di accordi di
collaborazione professionale deliberati dal Governo.

Risponde
il segretario di Stato per gli Affari interni, Gian Carlo Venturini:
Si specifica che
gli incarichi conferiti con delibera congressuale n.9 del 25 giugno 2013 non
rappresentano nuove collaborazioni, bensì rinnovi di rapporti in essere già da
anni autorizzati a seguito dell’effettuazione della ricognizione del consiglio
di Direzione. In esito a tale ricognizione è emersa una proposta di riduzione
delle collaborazioni in essere, che ha comportato la cessazione di un rapporto
al30giugno 2013 e che prevede la cessazione di ulteriori tre rapporti alla
scadenza dei relativi contratti vigenti. E’ opportuno segnalare come la maggior
parte dei rapporti lavorativi in essere traggano origine da procedure di
selezione ad evidenza pubblica, espletate mediante bandi di concorso per la
formazione di giovani laureati”.

Mimma
Zavoli, C10, repliche:
“Ringrazio il segretario di Stato per la risposta esaustiva.
Sottolineo però che queste convenzioni ravvisano comunque modalità di assunzioni
atipiche che si protraggono nel tempo. Ci sembra che le convenzioni siano relegate
a poche persone e che non transitino nelle graduatorie. Questi rapporti atipici
permettono comunque di accumulare esperienza. Le convenzioni continuano, malgrado
sia espressa l’intenzione di assorbirle in assunzioni. Vorremmo vedere una Pa in
grado di funzionare sulle sue gambe”.

 


Interrogazione presentata dai consiglieri Rossano Fabbri e Paolo Crescentini
per  la realizzazione dello svincolo a
rotatoria in Strada Ghenghe di atto e Costa del Santo per conoscere in
particolare l’ammontare delle spese e i motivi del prolungato ritardo nei
lavori.

Risponde
il segretario di Stato per il Territorio, Matteo Fiorini: “
L’ammontare
delle spese finora sostenute è di circa 330 mila euro. I lavori sono iniziati
nel settembre 2012 e i motivi per cui si protraggono da alcuni mesi sono
riconducibili sia alla gestione in economia del cantiere, impiegando manodopera
dell’Aaslp che nel contempo viene utilizzata per altre opere pubbliche, sia
alle condizioni meteorologiche avverse. Per il finanziamento dell’opera è stato
necessario un niovo stanziamento ancora non disponibile, con cui si darà corso
anche all’appalto per la realizzazione del marciapiede in calcestruzzo
industriale, le cui procedure richiedono alcuni mesi. Si prevede che la
conclusione dei lavori possa avvenire entro il corrente anno. I costi per
ultimare l’opera ammontano circa a 170 mila euro”.

 


Interrogazione presentata dal consigliere Roberto Ciavatta sulla partecipazione
di San Marino all’Eurovision song contest.

Risponde
il segretario di Stato Matteo Fiorini: “
(…) Anche per le passate edizioni
2012.2013 non è stato elargito alcun contributo di carattere economico, in
quanto le spese relative alle partecipazioni sono state sempre coperte dalle produzioni
musicali con cui sono state siglate le partnership. A tal proposito si precisa
che il 2014 vedrà per il terzo anno consecutivo la collaborazione con uno dei
produttori più famosi nell’ambito dell’Eurovision, Ralph Siegel. La San Marino
Rtv considera la partecipazione di Valentina Monetta all’Eurovision Song
Contest un investimento triennale. L’idea che ha portato alla scelta di
riconfermare Valentina è che nel 2014 si potranno raccogliere i frutti di un
investimento fatto in termini di professionalità e notorietà durato tra anni.
Considerato l’apprezzamento ricevuto dai fan che davano San Marino nei primi
posti della classifica finale e che il 2013 ha visto il miglior risultato
sammarinese di sempre, la San Marino Rtv ha ritenuto naturale confermare
Valentina Monetta come rappresentante sammarinese in Danimarca per il 2014,
allo scopo di raggiungere l’ambita finale che nell’edizione del 2013 è sfuggita
per un soffio”.

 

San Marino, 16 Settembre 2013/2

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy