CONVEGNO DI PRESENTAZIONE DELLE LINEE GUIDA PER LA RIFORMA DELLE IMPOSTE INDIRETTE ‘SAN MARINO INTERNATIONAL GROWING COUNTRY’

DOMANI, 30 LUGLIO, IL CONVEGNO DI PRESENTAZIONE DELLE LINEE GUIDA PER LA RIFORMA DELLE IMPOSTE INDIRETTE ‘SAN MARINO INTERNATIONAL GROWING COUNTRY’ 

L’appuntamento è per le ore 9.00 per l’accreditamento e l’inizio del Convegno alle ore 09.30 presso Palazzo Kursaal e dei Congressi per il Convegno di presentazione delle riforma della riforma delle imposte indirette. 

Una riforma che prende le mosse dal programma di governo, sancita nella Legge finanziaria 2013 e per la quel è stato costituito un gruppo tecnico di lavoro che dal mese di febbraio ha lavorato con cadenza regolare sullo studio dei meccanismi e dei principi della direttiva Ue, tenendo in considerazione il contesto attuale del regime monofase, gli accordi con sul piano bilaterale e le migliori pratiche internazionali.  

Il tutto per produrre un elaborato che, nel rispetto dei principi della direttiva Eu, tenga necessariamente in considerazione la realtà economica di un piccolo Stato come San Marino e che si ponga in un’ottica di competitività di sistema. Questo il quadro in cui il gruppo tecnico ha operato sotto la guida del Prof. Paolo Centore e dei suoi collaboratori. 

Domani, appunto, saranno presentate le linee guida su cui poggia la riforma e due focus su altrettanti temi specifici, scelti fra i diversi possibili, al fine di dare uno spaccato più preciso sull’approccio adottato.

Ad aprire il lavori sarà il Segretario di Stato Claudio Felici con un intervento dal titolo “La posizione sammarinese nel dialogo con le economie internazionali”, seguirà l’intervento del Prof. Paolo Centore “ La riforma delle imposte indirette, linee guida” e i due focus a cura del Dott. Nicola Galleani d’Agliano uno dal titolo “ Il regime delle esportazioni”, l’altro dal titolo “il regime dei minimi e altri regimi speciali”. 

Al termine degli interventi è stato riservato del tempo affinché  i presenti possano indirizzare domande ai relatori od eventualmente proporre ambiti di riflessione. 

Al convegno sono stati invitati tutti gli operatori economici, le rappresentanze economiche, sociali, politiche, la stampa.  

I lavori sono aperti al pubblico, pertanto chiunque voglia partecipare è ammesso in sala fino ad esaurimento posti. 

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy