Cr San Marino – Sopaf. Forse sentiti Gatti e Mularoni

Saranno forse sentiti dai giudici di Forlì e del Tribunale della Repubblica di San Marino, il Segretario di Stato agli Esteri, Antonella Mularoni, e l’ex Segretario di Stato alle Finanze, Gabriele Gatti, a seguito dell’esposto del dr. Mario Fantini sulla vicenda dell’acquisizione della partecipazione di Sopaf nel Gruppo Delta da parte della Cassa di Risparmio della Repubblica di San Marino.

Ne tratta David Oddone di L’Informazione di San Marino sotto il titolo: ‘Presunta tangente
si aprira’ fascicolo anche a San Marino. Intanto i due Segretari di Stato chiamati in
causa saranno sentiti dalla procura di Forlì
‘.

Si legge fra l’altro nell’articolo: ‘due rappresentanti del
governo di San Marino –l’allora
segretario alle finanze Gabriele
Gatti e l’attuale segretario agli esteri
Antonella Mularoni- avrebbero
chiesto a Fantini, nella sua veste di
responsabile dell’amministrazione
del più importante istituto bancario
sammarinese, ovvero la Carisp, di
acquistare per un prezzo superiore
di circa 15 milioni di euro la
partecipazione che Sopaf deteneva
in Delta. Secondo quanto dichiara
Fantini, la cifra che doveva essere
giustificata dalla voce ‘consulenze’
non doveva essere intestata secondo
i canoni tradizionali direttamente
a Sopaf, ma essere versata su
una società lussemburghese. Le
insistenze perché ciò avvenisse,
secondo quanto afferma Mario
Fantini, erano motivate da un forte
interesse per l’operazione da parte
dell’alta finanza italiana e dalla
possibilità che in caso contrario
ci sarebbero state ripercussioni di
carattere giudiziario. Tutte cose che
si sono poi puntualmente realizzate,
dice Fantini, sebbene Cassa di Risparmio
si fosse rifiutata di pagare
a Sopaf la cifra di 70 milioni di euro
richiesta.

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy