Cr San Marino – Sopaf, tirato in ballo Tremonti

Pare che i Segretari di Stato presenti a Palazzo Begni
al colloquio fra i vertici di Cassa di Risparmio (in primo luogo Fantini) ed i Segretari di Stato (‘ per sua ammissione certamente Gatti)’ abbiamo fatto esplicito riferimento a Giulio Tremonti, Ministro Italiano della Economia, ed a procedimenti in corso presso la Procura di Forlì.

Lo si apprende dal nuovo articolo di Antonella Zaghini di La Voce di Romagna – San Marino intitolato ‘Ci rendiamo conto che sono reati gravi e i prossimi 10 anni li passiamo tutti in carcere? ‘Cose che non farò neanche da morto’. Così Fantini alla proposta dei due segretari di Stato.

Al centro del colloquio la ‘proposta indecente’. Cioè il supposto tentativo di far liquidare dalla Carisp la partecipazione di Sopaf in Delta col sovrapprezzo di 15 milioni, attraverso un ente lussemburghese.

Scrive fra l’altro la Zaghini: Ed ecco che di nuovo l’esponente di governo tira in ballo l’inquilino del Mef : ‘è molto attento Tremonti’. Ma Fantini taglia corto e gli ribatte: ‘Credo che il ministro dell’Economia sappia perfettamente che siamo limpidi e puri’.

Vedi l’articolo di Antonella Zaghini Cose che non farò neanche da morto, La Voce di Romagna – San Marino.

La questione del supposto tentato coinvolgimento di Tremonti nella ‘proposta indecente’ pare fosse emersa anche nel ‘memoriale’, documento anonimo letto in Consiglio Grande e Generale .

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy