Darius Arya racconterà i tesori di San Marino all’Expo Dubai 2020

Si sono svolte in questi giorni a San Marino nel centro storico e in tutto il territorio le riprese per la realizzazione dei video del Padiglione San Marino a Expo Dubai 2020.

Lo dice il commissariato generale del governo sammarinese per l’Esposizione Universale 2020 Dubai, spiegando in un comunicato che “il team di lavoro composto dal Gruppo Roncaglia e AC&D Solutions, responsabile per la realizzazione del piano di comunicazione del Padiglione San Marino, e il commissariato hanno scelto un testimonial importante per comunicare al pubblico dell’Expo la bellezza, e le opportunità che offre la Repubblica di San Marino partendo dalla riproduzione del ‘Tesoro di Domagnano’, che sarà esposto nel Padiglione“.

Il filo rosso che collega San Marino tra storia, presente e futuro, dimensione culturale, potenzialità turistiche e opportunità economiche “sarà il tema del racconto affidato agli occhi esperti dell’archeologo e antropologo statunitense Darius Arya“.
Per la sua attività documentaristica e di divulgazione, Arya “ha ricevuto il premio Shorty Social Good Awards“.
“Specializzato nella storia romana di età imperiale, Arya ha insegnato negli Stati Uniti e in Italia, svolge anche un’attività documentaristica incentrata sulla storia e l’archeologia tra cui la serie ‘Under Italy’ sul canale Rai 5“.

Darius Arya “si dichiara orgoglioso di essere stato scelto per la realizzazione del video, confermando il suo entusiasmo nel rappresentare il viaggio che ripercorre la storia del tesoro di Domagnano e la sua riproduzione archeologica ora esposta al Museo di Stato ma anche il mistero della della Dama che indossava il ‘tesoro di Domagnano’, esaltando le bellezze del territorio sammarinese e promuovere il Sistema Paese in un contesto mediorientale ma con un respiro internazionale”.

Le riprese “si sono svolte per quattro giorni sia nelle località del centro storico ai diversi Castelli della Repubblica e con il coinvolgimento della Federazione balestrieri sammarinesi e alternando shooting e riprese video con il drone che formeranno il racconto del Padiglione durante l’esposizione universale attraverso un’opera cinematografica o televisiva conosciuta come ‘mockumentary’. Si tratta di un espediente narrativo del mondo audiovisivo in cui gli eventi vengono presentati tra fiction e realtà attraverso il linguaggio documentaristico”.

Coinvolti nelle riprese “anche il Museo di Stato, l’Archivio di Stato, il Palazzo Pubblico e le Torri e anche diverse location private quali ristoranti, alberghi e negozi del centro storico il nuovissimo San Marino Outlet Experience“.

——

Caro lettore, Libertas mai come ora svolge un servizio pubblico importante per tutta la comunità. Se apprezzi il nostro lavoro, da 20 anni per te gratuito, ti chiediamo un piccolo contributo per aiutarci in questo momento straordinario. 
 
Anche un caffè alla settimana per noi può fare la differenza.
 
Puoi usare Paypal cliccando qui:
 
 
oppure facendo un bonifico con causale DONAZIONE all’IBAN intestato a Libertas:
 
SM78R0606709802000020148782
 
 
 
Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy