Diventano 4 i giovani fermati per una serie di furti nella Repubblica di San Marino

I giovani accusati di una serie di furti realizzati nella Repubblica di San Marino negli ultimi mesi, diventano quattro.
Recuperate anche le due scimmiette del Reptilarium, dopo il piccolo caimano.
Lo riferisce San Marino Rtv che dà anche i nomi dei fermati.
Si allunga la lista dei giovani coinvolti nella serie di furti in locali e attività commerciali avvenuti a San Marino negli ultimi mesi. Recuperate dalla Gendarmeria anche le due scimmiette rubate al Reptilarium.
Venerdì sera, intorno alle 23.00, …  si è presentato spontaneamente nella sede della gendarmeria. Si tratta del quarto giovane coinvolto nella lunga serie di furti che hanno interessato la Repubblica di recente. Su di lui pendevano già i sospetti dei militari. Interrogato alla presenza dell’avvocato d’ufficio, è stato poi condotto in carcere verso le 3 del mattino.
Alle 19.00 di ieri sera, invece, anche il terzo componente della banda, ….  si è recato in gendarmeria, accompagnato da tre avvocati di fiducia, e si è costituito. Dopo l’interrogatorio, anche per lui si sono aperte le porte del carcere. Sale così a quattro il numero degli arrestati.
Il primo a finire in manette, due giorni fa, è stato …. , seguito ieri pomeriggio da … . Ciò ha permesso agli inquirenti la contestazione del reato di associazione per delinquere finalizzata alla commisurazione di furti. Reato che prevede la prigionia di terzo grado, cioè una pena detentiva che va dai 2 ai 6 anni. Uno dei quattro dovrà inoltre rispondere di truffa, per aver inscenato il furto della propria auto al fine di incassare il risarcimento dell’assicurazione.
Hanno tutti dichiarato che, in principio, commettere furti era solo un passatempo, degenerato man mano in qualcosa di morboso, tanto da non poterne più fare a meno. … sono già noti alle forze dell’ordine, per aver fatto parte della famigerata banda delle biglie. Lunedì, singolarmente, saranno interrogati dal Commissario della Legge, Battaglino.
Intanto sono state recuperate anche le due scimmiette sottratte al Reptilarium insieme al caimano. Erano nascoste fuori territorio in casa di un ragazzo, amico di uno degli arrestati, cui era stato chiesto di custodirle a titolo di cortesia. Il giovane ingannato, che ha rivelato di aver appreso della sparizione delle scimmie direttamente dal nostro telegiornale, questa mattina ha consegnato gli animali in gendarmeria, insospettito si potesse trattare proprio dei due esemplari ricercati. I militari hanno escluso l’ipotesi di ricettazione a suo carico, riconoscendone la buona fede e l’estraneità ai fatti

Articolo modificato il 7° giugno 2018 (data di ricevimento della comunicazione 6 giugno 2018)  a seguito di provvedimento di “Il garante per la tutela della riservatezza dei dati personali”  della Repubblica di San Marino, prof. Lanfranco Ferroni, datato  29 maggio 2018,  Prot.n.145/2017 GAR.

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy