Due Interpellanze di Ivan Foschi

Interpellanza a risposta scritta -1-

Nel periodo estivo si assiste ormai ogni anno all’intensificarsi di episodi di furti nelle abitazioni in concomitanza con la stagione turistica ed il maggiore flusso di persone circolanti in Repubblica e questo desta giustamente preoccupazione non solo in chi subisce il furto ma in tutti i cittadini potenzialmente a rischio.
Nel 2008 – non a caso alla vigilia delle elezioni politiche – sembrava quasi di trovarsi in una situazione di emergenza, nonostante da tempo i dati sulla microcriminalità segnalino una costante diminuzione di questi fenomeni, e le forze politiche risultate poi vincenti il 9 novembre avevano solennemente promesso una forte azione di prevenzione e di contrasto a questo proposito.
Ritenendo condivisibile l’assunto che, seppure la situazione possa considerarsi sotto controllo, l’impegno debba essere volto ad eliminare del tutto la casistica, e cioè che si debba vigilare affinché il numero di furti venga ridotto fino a zero, non pare tuttavia che si sia fatto granché per aumentare la sicurezza dei cittadini, né con l’installazione di telecamere di sorveglianza ai confini, né potenziando le risorse a disposizione delle Forze dell’Ordine, dimostrando una chiara sottovalutazione dei fenomeni e uno scarso interesse per la materia.
Risulta invece una scarsa trasparenza da parte del Governo nel gestire i dati, complicando anche il compito della stampa che ha diritto di informare correttamente i cittadini, in assenza di direttive chiare che possano ovviare alle difficoltà di reperire dati e informazioni utili per dare notizia di quanto accade. Quasi che, mettendo la sordina sui casi che si verificano, il cittadino debba sentirsi rassicurato, non tanto per le contromisure del Governo ma per il fatto che non se ne abbia notizia.
Chiedo pertanto quali siano le intenzioni del Governo in proposito e cioè quali iniziative intenda adottare per contrastare efficacemente il verificarsi di furti, danneggiamenti e altri comportamenti dannosi per la collettività.
Chiedo inoltre di conoscere i dati relativi ai furti avvenuti in Repubblica negli ultimi cinque anni, in modo da potere verificare, con particolare riferimento al periodo estivo, l’andamento tendenziale di questi fenomeni comparati mese per mese.

Domagnano, 19 ottobre 2009

Ivan Foschi

Interpellanza a risposta scritta -2-

Da tempo gli abitanti dei centri storici minori della Repubblica, quali Serravalle, Faetano, Montegiardino lamentano un progressivo calo delle attività commerciali e un conseguente impoverimento dell’intero abitato, in quanto la crescita dei centri commerciali, unitamente ad alcune modifiche alla viabilità di accesso risulta oltremodo penalizzante per chi gestisce iniziative economiche di piccole dimensioni quali alimentari e negozi minori.
In particolare, per quanto riguarda Serravalle, l’accessibilità in ingresso si è fatta più difficoltosa per chi proviene da nord in direzione Borgo – Città rendendo meno agevole individuare l’accesso esatto al centro storico, anche a causa di una segnaletica non del tutto adeguata.
Il Governo in più occasioni ha dichiarato di volere sostenere i centri minori e di avere intenzione di rivitalizzarli attraverso strumenti fiscali vantaggiosi ed appositi incentivi, proprio per garantire alla popolazione quei servizi essenziali e di immediata fruibilità.
Ad oggi tuttavia non risulta essere stata ancora attuata alcuna iniziativa e numerosi cittadini chiedono conto delle promesse fatte a suo tempo.
A questo proposito interpello pertanto il Governo per conoscere se ha intenzione di dare pronta attuazione a misure efficaci per contrastare l’impoverimento dei centri storici rafforzando il sostegno alle iniziative attualmente presenti, ed in particolare con quali strumenti e con quali tempistiche, ovvero entro quando si potranno vedere provvedimenti concreti

Domagnano, 19 ottobre 2009
Ivan Foschi

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy