Erik Casali fa il punto sul turismo

Chi comincia per primo? Lo stato o il commerciante?
Dopo aver partecipato alla trasmissione “INDACO” di 2 sere fa sul Turismo e Commercio svoltasi negli studi di Rtv,che ha colto nel segno, dedicando una trasmissione ai gravi problemi del settore, mi sorgono altre considerazioni visto che Il turismo soffre della crisi internazionale e come per l’economia, a San Marino soffriamo per una seconda crisi che è quella delle idee, di coraggio e di iniziativa.

Alla domanda chi deve cominciare a mettere mano per primo alla questione, io rispondo lo Stato, ma sicuramente non è quello il problema, si potrebbe benissimo cominciare tutti assieme con un unico progetto, condiviso da tutti, con un progetto articolato a scadenze fisse, in modo che chi è coinvolto tocchi con mano l’andamento dei lavori e dell’operatività che suddividerei in ordine sparso così:
1)Istituire ai confini di Stato Uffici di accoglienza a Turisti, visitatori, imprenditori,lavoratori, ecc.
2)Rescissione convenzione parcheggi ( con 1 euro parcheggi tutto il giorno), rIassegnazione delle competenze all’ENTE di Stato per il Turismo
3)Azzeramento di Mostre, Eventi e partecipazione fuori territorio e utilizzo diverso dei tanti soldi buttati!
4)Azzeramento di tutti le varie convenzioni con tutte quelle società che da anni ci propinano dati, numeri e altre cifre che non corrispondono in alcun modo alla realtà che tutti vediamo.
5)Azzeramento di tutte le convenzioni con varie società che da anni usufruiscono di soldi pubblici a favore di pochi
6)Gestione del Kursaal a prezzi modici senza che la struttura venga occupata da eventi che nulla hanno a che fare col Turismo
7)Ripristino della legalità smascherando prestanome, commesse, gestori, esposizioni e tutto quanto non in regola.
8)Eliminazione di quei fenomeni mafiosi, caporalato, e altro che danneggiano gravemente il settore e non solo
9)Ripristino dell’ Ufficio Guide creando posti di lavoro e restituendo prestigio alla professione e all’immagine della Repubblica
10)Rivisitazione del servizio Bus con orari e percorsi tracciati e segnalati in favore dei turisti
11)Abbassamento della monofase su alcuni settori merceologici sui quali si vorrà puntare
12)Creazione di un fondo di credito agevolato con la collaborazione di tutte le Banche per coloro che intendono rinnovare arredi e merci
13)Modifica della legge Food/nonfood portatrice di caos e degrado di vendite e immagine
14)Progetto di riarredo del Centro Storico, sviluppato grazie ad una gara tra tutti i nostri architetti, ingenieri, progettisti, condiviso dai commercianti nei modi e nei tempi
15)Eventi di importanza Internazionale, nazionale e legati al circondario
16)Una volta all’anno visita guidata a tutti quei Consiglieri e politici che nulla hanno capito dei gravi problemi del Turismo e Commercio.
Questo ultimo punto è di straordinaria importanza perché alla luce dei fatti e dei guasti prodotti è chiaro che i primi ad essere informati dovrebbero essere coloro che dovrebbero poi trovare le soluzioni.
Sicuramente vi sono altri punti importanti ma prossimamente tornerò sulla questione Turismo e Commercio che mi stanno particolarmente a cuore con una pubblica iniziativa.
Erik Casali

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy