Espropri a San Marino. Figli e figliastri

La Tribuna Sammarinese: ‘Figli e figliastri’: lo Stato paga un dirupo tre volte di più di un terreno agricolo / Cittadini diversi di fronte allo Stato: espropri a 27 euro al mq a Chiesanuova mentre a Montalbo ne sono stati pagati 70 / Ma di esempi in cui si usano due pesi e due misure se ne possono fare molti. Uno per tutti: a Gualdicciolo un capannone potrà raggiungere l’altezza di 17 metri, mentre tutti gli altri si fermano a 13. Un piano in più.

 

Il 29 di novembre Tribuna ha fatto il punto sui costi e i ricavi del lavoro effettuato dallo Stato per il bivio di Montalbo: un milione e quattrocentomila euro la spesa complessiva, di cui circa 50mila di progettazione e studio geologico, 31mila per il monitoraggio e 190mila per acquistare 2.710 metri quadrati di terreno nella scarpata che scende verso le gallerie ferroviarie sottostanti.

Quei 2.710 sarebbero costati allo Stato la bellezza di 70 euro al metro quadrato.

Ebbene ci è giunta notizia dell’acquisizione che lo Stato ha effettuato a Chiesanuova per realizzare la mezza bretella stradale che parzialmente consentirà di non attraversare il centro del Paese: si tratta di alcune migliaia di metri quadrati di terreno non pianeggiante, ma sicuramente di utilità e valore certamente superiore al dirupo di Montalbo. Ebbene in quel caso, tre mesi fa lo Stato ha pagato ai proprietari la somma di 27 euro al metro quadrato. Il 27 nel 70 ci sta quasi tre volte.

 

Guarda le previsioni meteo di N. Montebelli

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy