FANTASTICO MUGELLO!6° ZARCO, 11° BALDOLINI.

– Sorprendente, fantastico Johann Zarco! Che emozione guardare la gara di oggi, sembrava infinita, tan ta era la tensione nel vedere il giovane francese tra i primi piloti della 125, protagonista del Gran Premio più bello di tutto il Campionato. L’emozione più forte è stato l’ultimo entusiasmante sorpasso di due piloti a pochi metri dal traguardo, qualche secondo prima che sventolasse la bandiera a scacchi. Un vero talento e il suo debutto al Mugello per la prima volta nel Mondiale, si è trasformato in un giorno di conquista per tutto il Team e per le persone che hanno creduto in lui. Straordinaria anche la gara della 250 con Alex Baldolini che sulla pioggia da sempre tira fuori tutta la sua grinta. E questa volta diversamente dalle ultime gare, nonostante qualche problema fisico di ieri, niente ha potuto impedire il suo arrivo al traguardo e il conseguimento di un ottimo risultato.

JOHANN ZARCO

– 125

Johann Zarco(6°-40’24.128): “ Sono emozionatissimo, è stata una gara combattuta fino all’ ultimo istante! Sono riuscito a fare quello che mi ero promesso ieri, una buona partenza con il gruppo più veloce. Ho dovuto faticare tanto e dare molto gas lungo il rettilineo per poter stare dietro la scia dei primi piloti. Il momento in cui ho sentito una vera adrenalina è stato a pochi secondi dalla fine quando dei due piloti che avevo davanti, uno è caduto, l’altro è entrato un po’ largo e io non ho perso occasione per superarli. Sono riuscito ad arrivare sesto in un circuito davvero difficile e il mio proposito è quello di continuare a stare anche nelle prossime gare tra i primi dieci”.

ALEX BALDOLINI

– 250

Alex Baldolini(11°-46’27.912): “ Non sono partito benissimo ma nella prima curva ho cercato subito di recuperare quello che avevo perso. Ho tentato di non fare errori perché la cosa che più mi preme! va era finire la gara. Ho trovato il giusto passo di gara e dopo qualche sorpasso mi sono messo dietro a De Rosa; purtroppo non sono riuscito a superarlo ma non ho perso di vista neanche per un attimo il traguardo. La moto non aveva il setting perfetto per il bagnato ma abbiamo fatto un buon lavoro considerando che gli ultimi accorgimenti sono stati fatti sulla griglia di partenza!”.

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy