Florea: la natura, il verde, il giardino

Cinquanta espositori scelti tra i migliori florovivaisti italiani. La possibilità di scegliere tra un’infinità varietà di piante, fiori ed essenze rare destinate decorare i nostri giardini e appartamenti. Seminari e incontri per potere conoscere i segreti d’ogni vegetale e scegliere quello più adatto al luogo dove viviamo e, soprattutto, più ci affascina e piace. Per due giorni, frutti antichi, Agapanthus, bulbi e rizomi a fioritura primaverile, rose antiche, clematidi, agrumi, graminacee ed erbacee, peonie, pelargonium a foglia profumata, piante grasse, saranno protagonisti della seconda edizione di “Florea – Mostra mercato di piante de essenze rare”, in programma sabato 12 e domenica 13 aprile, al Centro Vacanze Garden di Cailungo di San Marino.

Il programma è ricco di curiosità e d’eventi interessanti non solo per gli esperti di giardinaggio e di botanica, ma anche per i semplici amanti del verde. Dopo l’inaugurazione di Sabato (ore 10.00) cui partecipano i segretari di Stato a, Territorio e al Turismo, si parte con un incontro su “I Segreti delle piante tintorie” a cura del Museo dei Colori Naturali, da anni impegnato nella coltivazione e lavorazione delle foglie di antiche piante coloranti.

Infatti, sono proprio attenzione e rispetto per la natura e la scelta di comportamenti ecocompatibili e sostenibili, a caratterizzare buona parte della passione per il verde. Così in giardino si usa un materiale nobile come il “cotto”, presente a Florea con il suo marchio storico Impruneta, perché traspira, assorbe e restituisce calore. I suoi vasi sono luogo ideale per crescere, per esempio, le rose galliche antenate di quelle che oggi abitano i nostri giardini. Arrivano dritte dal medioevo, dalle abbazie dove erano coltivate, quali piante officinali, dai monaci cistercensi e sono presentate a Florea dal vivaio Campanella.

Ma il pubblico potrà anche scoprire quali specie di palme possono crescere nei climi freddi, e come anche delle semplice graminacee possano creare straordinari effetti ornamentali. Spazio anche alla presentazione del libro di Mario Cacciari “Polline e Verde”, per chi vuole abbellire la propria tavola, basterà partecipare al laboratorio di Mara Verbena “Fiori in tavola” e completare l’opera seguendo il seminario “L’arte del ricevere” del gruppo studi e ricerche Arnaldo Caprai, il famoso museo del pizzo e del ricamo di Foligno.

E durante i due giorni di Florea anche il cibo assumerà i profumi e gli aromi del giardino primaverile, al ristorante del Centro Garden sarà possibile degustare “menù a tema floreale”, e all’interno della mostra la Cioccolateria del’900 offrirà i suoi dolci e cioccolatini all’essenza floreale. Mentre il Consorzio Terra di San Marino presenterà i grandi formaggi, salumi e vini, prodotti all’ombra del Titano.

Apertura al pubblico dalle 9.00 alle 19.00 per tutte e due le giornate della manifestazione. Biglietto d’ingresso, solo per gli adulti, 3 euro.

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy