Gorrieri e Pretelli si fermano in batteria nei 60 m. a Istanbul

COMUNICATO STAMPA
FEDERICO GORRIERI E MARTINA PRETELLI SI FERMANO
IN BATTERIA NEI 60 METRI AI MONDIALI INDOOR DI ISTANBUL
Non sono riusciti a migliorare i propri ‘personali’, ma si sono comunque ben difesi lasciandosi alle spalle altri concorrenti i due rappresentanti della Federazione Sammarinese Atletica Leggera impegnati ai Mondiali indoor, in corso a Istanbul, dove si concluderanno nella giornata di domenica 11 marzo.
Alla Atakov Arena, che ospita la XIV edizione della rassegna iridata (numero record di iscritti: complessivamente 683, di cui 349 uomini e 334 donne, in rappresentanza di ben 172 Paesi aderenti alla Iaaf), si sono fermati nelle batterie dei 60 metri piani sia Federico Gorrieri che Martina Pretelli, che erano stati convocati dal nuovo commissario tecnico federale Giuseppe Barillari.
Il primo dei due portacolori biancazzurri (accompagnati in questa trasferta in Turchia da Alberto Andruskiewicz, tecnico federale del settore velocità) a scendere in pista è stato Gorrieri, che nel tardo pomeriggio di venerdì 9 ha gareggiato in sesta corsia nella terza serie dei 60 (promossi alle semifinali i primi due di ogni batteria più gli otto migliori tempi: 6”91 l’ultimo valido per qualificarsi) vinta dall’italiano Simone Collio in 6”68: il 26enne atleta, che dal 2010 ha deciso di dedicarsi interamente alla velocità lasciando da parte lungo e triplo, ha corso in 7”54 (il suo miglior crono al coperto è 7”04 ottenuto a inizio 2011 e in questa stagione è accreditato di un 7”14 a metà gennaio ad Ancona), chiudendo la batteria al sesto posto, lasciandosi alle spalle Nooa Takooa (Kiribati, 7”57) e Dayne O’Hara (Isole Norfolk, 7”75). Complessivamente, nella competizione che vede in lizza a contendersi l’oro campioni del calibro dello statunitense Justin Gatlin, del britannico Dwain Chambers o del giamaicano Nesta Carter solo per citare tre nomi tra i più noti, dunque Gorrieri si è classificato 52° sui 61 concorrenti iscritti.
Era invece stata sorteggiata nella sesta delle otto batterie dei 60 femminili, disputate sabato mattina, Martina Pretelli (anche in questo caso le prime 2 di ogni serie più gli 8 migliori tempi qualificati per le semifinali, in programma domenica alle 14.15 turche, le 13.15 italiane, con finale per le medaglie alle 17.05 di Istanbul): la sprinter del Titano, 24 anni, in quarta corsia, ha fermato il cronometro sul 7”79 (a due decimi esatti dal record sammarinese fatto segnare a gennaio, e due centesimi meglio del tempo con cui aveva corso in semifinale ai recenti Campionati Italiani indoor ad Ancona), terminando sesta davanti a Daphne Nalawas (Vanuatu) mentre non si è presentata ai blocchi di partenza la congolese Elyse Ndaya Kabeya. In totale 41° posto su 64 atlete iscritte in questa specialità per la sprinter tesserata per l’Olimpus San Marino, che come pure Gorrieri aveva già preso parte ai Mondiali indoor di Valencia 2008 e di Doha 2010.
Considerando il valore assoluto della manifestazione e l’altissimo livello tecnico, può considerarsi sostanzialmente positiva la partecipazione al primo evento internazionale del 2012 da parte dei rappresentanti della Federazione Sammarinese Atletica Leggera presieduta da Linda Borgagni.
Il prossimo appuntamento agonistico per l’atletica del Titano saranno i campionati sammarinesi di corsa su strada, anticipati di un paio di settimane e dunque in calendario sabato 31 marzo.

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy