I 50 anni della Corale

 

Repubblica di San Marino

UFFICIO STAMPA DEL CONGRESSO DI STATO

 

Comunicato stampa

 

La Corale e i suoi
primi 50 anni

 

Concerti e numerose altre iniziative per
festeggiare, attraverso un anno intero,

il mezzo secolo del più antico sodalizio
musicale della Repubblica

 

Come
tante altre storie sammarinesi, anche questa ha origini che si perdono nelle
sempre più rare testimonianze orali. L’unico documento scritto è un capitolo
del volume: “San Marino Musicale. Tradizioni ed evoluzione” (1975-1985) del
Maestro Cesare Franchini Tassini, ideatore e fondatore della Corale.

E’
per sua mano che si viene dunque a sapere che la Corale nasce nel 1960, più
o meno ufficialmente, con un gruppo di persone reclutate tra antichi coristi e
voci bianche educate da suor Iva Diberardo delle Maestre Pie di Borgo. A
novembre di quell’anno cominciarono le prove, che proseguirono per cinque mesi.
Il 9 aprile 1961 la Corale
esordì con la “Prima Missa Pontificalis” di Perosi nella chiesa di Serravalle,
cui seguì il concerto per la messa solenne del 4 giugno, a Borgo, alla presenza
dei Capitani Reggenti.

Il
successo fu immediato. Tanto che dopo i primi concerti si cominciò subito a
lavorare allo statuto che avrebbe dato vita alla “Società Corale San Marino”,
denominazione tuttora in uso.

Ci
vollero alcuni decenni e una progressiva evoluzione per passare dalla primaria
connotazione di “Cappella Cantorum” al moderno concetto di Corale. Una serie di
passaggi contrassegnati dalla presenza di grandi personaggi della cultura
sammarinese, come il professor Giuseppe Rossi e Maria Antonietta Bonelli,
entrambi presidenti, in tempi diversi, del consiglio direttivo.

Come
dimenticare, poi, padre Gaspare Stipa, frate francescano arrivato a San Marino
proprio nel 1961, che subito accompagnò la Corale al suono dell’organo (di cui era un vero
virtuoso), divenendone in seguito direttore tecnico. A firma di padre Stipa
sono anche numerose composizioni che la Corale ha eseguito in giro per il mondo,
ottenendo ovunque altissimi consensi per la bellezza delle opere.

Ma
la Corale ha
un altro grande primato: è il primo sodalizio musicale costituito a San Marino,
che ha dato poi i natali all’Istituto Musicale e a tante altre realtà culturali,
come il Centro Studi Musicali. In ciascuna di queste entità operano artisti e
musicisti che hanno fatto il loro corso di studi all’Istituto Musicale e, da
ragazzini, erano all’interno della Corale, tra le cui file sono passate
generazioni di sammarinesi.

Oggi
la Corale è
una realtà composita, che si esibisce non soltanto nelle ricorrenze religiose e
istituzionali del calendario sammarinese, ma anche in concerti e concorsi fuori
territorio, con altissimi livelli di prestazione, pur mantenendo la sua antica
connotazione volontaristica. In altre parole i coristi non sono professionisti.

Da
qualche tempo è stato creato anche un coro di bambini, che costituiscono il
vivaio da cui attingere i futuri coristi e che garantisce la continuità di
questa che ormai, a tutti gli effetti, è una istituzione culturale tra le più
prestigiose.

Dai
primi anni ’90 il Maestro Fausto Giacomini è subentrato alla direzione tecnica
di padre Stipa (scomparso nel 2006). Il suo ingresso ha segnato il punto di
svolta nella Corale, che oggi si esibisce con indiscutibile bravura oltre che
nella polifonia classica, anche in generi musicali moderni, più accessibili al
grande pubblico: dal jazz, al rock, al musical.

Dal
2001 è presidente della Corale l’avvocato Giovanna Crescentini, arrivata in
occasione del quarantennale e che oggi guida le celebrazioni del cinquantesimo
di fondazione della società.

Proprio
perché la nascita della Corale è stata contraddistinta da una serie di eventi
successivi, il consiglio direttivo ha programmato un anno di celebrazioni.

Il
calendario comincia il 27 novembre, con l’udienza dalla Reggenza. Si continua
con gli appuntamenti classici, come il concerto di Natale al teatro Concordia (4
dicembre) e la replica del giorno successivo, i cui proventi andranno in
beneficenza all’Associazione Oncologica Sammarinese. Di seguito (23 dicembre) il
concerto dei bambini al teatro Titano. E poi un libro, che raccoglierà le
testimonianze di questi 50 anni di storia. Quindi, l’emissione di un
francobollo commemorativo. E ancora, un concerto con l’Orchestra della
Repubblica di San Marino, due grandi realtà, una nata dall’altra, in qualche
modo complementari. Infine, in prossimità dell’autunno 2011, un concerto con
tutti gli ex coristi, in onore del defunto Maestro Gaspare Stipa, indimenticato
direttore tecnico, dopo il fondatore e a sua volta direttore Cesare Franchini
Tassini.

 

 

San Marino, 26 novembre 2010/1710
d.F.R.

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy