I sindacati di San Marino, no a tagli stipendi Pa

I sindacati  della Centrale Sindacale Unitaria  si dicono nettamente contrari ai tagli negli stipendi dei dipendenti della Pubblica Amministrazione di San Marino, che si stanno profilando con l’emanazione dei decreti previsti dalla legge  finanziaria.

“I primi effetti della manovra economica –  avvertono  le Federazioni Pubblico
Impiego-  si avranno già da questo mese sui lavoratori frontalieri, colpiti da
una inaccettabile sovratassazione, e sui pubblici dipendenti con una
decurtazione netta delle buste paga. Per contrastare questi effetti iniqui, La
CSU sta preparando un documento di proposta, documento che tratterà anche i
provvedimenti relativi al settore pubblico allargato.

In particolare la
diminuzione di una percentuale minima del 10% delle indennità di funzione e
delle indennità accessorie alla retribuzione. Taglio previsto da un decreto in
emanazione a fine mese”

Vedi nota Csu





Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy