Interpellanza Mancini e Belluzzi su controlli della Guardia di Finanza

Nella giornata di oggi i Consiglieri Iro Belluzzi e Alessandro Mancini hanno presentato alla Segreteria Istituzionale una interpellanza dal seguente contenuto:

“Vista l’attività della guardia di finanza coordinata dal tenente colonnello Gianfranco Lucignano, relativamente ai pattugliamenti effettuati dalla stesa in prossimità del confine di stato sammarinese. Pattugliamenti atti a controllare i flussi di denaro verso il territorio sammarinese, controlli che stanno sempre più assumendo la configurazione di posti di blocco;

considerate le dichiarazioni effettuate dallo stesso Lucignano in seguito ai risultati emersi dalle operazioni sopra citate, quindi secondo lo stesso sarebbe opportuno istituire un posto doganale fisso tra Italia e San Marino ventiquattro ore al giorno;

vista altresì il servizio televisivo Exit trasmesso dalla rete televisiva la7, considerati i contenuti lesivi dell’immagine della Repubblica e la completa assenza della parte sammarinese che avrebbe dovuto sostenere l’immagine della Repubblica stessa;

considerato inoltre che già è in fase di preparazione un servizio di approfondimento da parte della redazione di Report di Rai3, conoscendo il taglio che la giornalista Gabanelli solitamente applica alle sue trasmissioni, e di cui il presunto titolo del servizio stesso “Ma a che serve San Marino?”, lasci facilmente presagire i contenuti;

considerati inoltre i continui articoli di stampa che riportano notizie che molto spesso non suffragate da fatti, sembrano essere solo pubblicate con l’intento di screditare l’immagine della Repubblica.

interroghiamo il Governo

per avere informazioni circa:

 quali iniziative intende porre in essere contro i messaggi mediatici che troppo frequentemente ed impunemente oltraggiano e ledono l’immagine della Repubblica di San Marino e quindi tutti i suoi cittadini;

 gli atti che il governo intende compiere con i corrispettivi italiani affinchè i rapporti italo sammarinesi vengano ricondotti nell’alveo e nel rispetto degli accordi di buon vicinato;

 quali interventi intende attuare o ha già attuato perché le singole amministrazioni italiane non continuino a considerare la Repubblica di San Marino come territorio da assoggettare in ogni modo in disprezzo degli accordi sottoscritti, gli scambi di note avvenuti;

 se intenderà intervenire a tutela della Repubblica, cercando di essere informati circa i contenuti prima della messa in onda del programma Report sulla terza rete nazionale della vicina Italia, onde valutare l’opportunità di intervenire per vie diplomatiche affinchè non venga trasmessa una immagine della Repubblica di San Marino non rispondente alla realtà.”

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy