Interpellanza scuola Acquaviva

INTERPELLANZA
Quanto accaduto alla scuola elementare di Acquaviva fa rabbrividire e solleva forti dubbi sia sulla messa in sicurezza degli istituti scolastici sammarinesi da parte del Governo e degli uffici preposti, sia sulla decisione di riaprirli senza averne accertato la fruibilità sotto l’aspetto della sicurezza delle persone.
Pare addirittura che le uscite di sicurezza fossero bloccate dalla neve!!
Se ad Acquaviva si è rischiata la tragedia, sembra che altre strutture non stiano meglio dal momento che ci sarebbero infiltrazioni d’acqua.
Se la decisione di tenere chiuse le scuole per qualche giorno è stata condivisibile per motivi di sicurezza, per le stesse ragioni la riapertura è parsa affrettata, vista anche la notevole quantità di neve caduta che potrebbe aver reso difficili ed approssimativi i sopralluoghi.
Alla luce di quanto successo ad Acquaviva, siamo poi così sicuri che siano state accertate tutte le condizioni di sicurezza degli istituti scolastici come ha affermato in maniera spavalda il Governo?
Considerato che quanto successo merita la massima attenzione, interpelliamo il Governo per conoscere:
a)    chi abbia ritenuto agibile la scuola elementare di Acquaviva e sulla base di quali valutazioni, autorizzandone l’apertura;
b)    se intenda prendere provvedimenti nei confronti di chi ha autorizzato l’agibilità ed in che forma;
c)    se corrisponde a verità che le uscite di sicurezza fossero bloccate dalla neve e, qualora sia vero, per quale motivo non siano state liberate prima di riaprire la scuola;
d)    se è in grado di assicurare che quanto accaduto alla scuola di Acquaviva non si possa verificare in altre scuole e se tutte le uscite di sicurezza di tutti gli istituti scolastici siano accessibili;
e)    se sia vero che in alcuni edifici scolastici ci siano infiltrazioni d’acqua e, se così fosse, in quali e se sia garantita l’incolumità di alunni, personale docente e non docente;
f)    come siano stati effettuati i sopralluoghi in tutte le scuole di ogni ordine e grado e con quali strumenti visto quanto accaduto ad Acquaviva;
g)    se non ritenga di essere stato superficiale  ed imprudente nel dichiarare a mezzo stampa che le strutture fossero state verificate e ritenute sicure.
San Marino, 17 febbraio 2012

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy