La Cassa di Risparmio di San Marino risponde a L’Espresso sul Gruppo Delta

Il Direttore della Cassa di Risparmio della Repubblica di San Marino , dr. Luca Simoni, a proposito di quanto scrive L’Espresso sul Gruppo Delta, sostiene che l’articolo fa riferimento ad un’operazione di ricapitalizzazione stabilita dall’assemblea dei soci.
L’operazione, costata alla banca 230 milioni di euro, si è resa necessaria a causa della crescita del Gruppo Delta e non già – a seguito di diverse ispezioni della Banca d’Italia – perchè la holding bolognese non navigherebbe in buone acque.
Il dr. Simoni ribadisce ancora una volta che la Delta coinvolta nell’indagine di Catanzaro detta Why not non ha niente a che fare col Gruppo Delta, holding bolognese partecipata per il 30% dalla Cassa di Risparmio della Repubblica di San Marino.

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy