La Csdl su Banca Centrale di San Marino per l’azzeramento dei vertici

Critico intervento della Confederazione Sammarinese del Lavoro sull’azzeramento dei vertici di Banca Centrale della Repubblica di San Marino.

Questo fatto di notevole portata, è avvenuto proprio quando i massimi dirigenti della Banca Centrale sembrava avessero creato le premesse per un migliore rapporto del sistema bancario-finanziario sammarinese con il contesto internazionale e in modo particolare con l’Italia. Ciò, probabilmente grazie anche alla importante storia professionale e di grande prestigio di questi dirigenti, che per San Marino poteva rappresentare un elemento di garanzia verso l’esterno.

Poiché pubblicamente non sono emerse inadempienze sull’operato dell’ispettorato di vigilanza della Banca Centrale, e alla luce delle motivazioni portate nella lettera di dimissioni del Presidente e del Direttore Generale, ciò fa sorgere il dubbio che non sia stata realmente rispettata l’autonomia nella funzione di controllo e vigilanza sul sistema bancario sammarinese che spetta a Banca Centrale. Si tratta di un dubbio che necessita di risposte chiare

Vedi comunicato Csdl

Leggi:
comunicato ufficiale di Banca Centrale
lettera Bossone-Papi ai Capitani Reggenti
comunicato Consiglio Direttivo

articolo di Marino Cecchetti, pubblicato anche su L’Informazione di San Marino

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy