La grinta di Ornette Coleman sul palco del San Marino Jazz Festival

COMUNICATO STAMPA

Un evento nell’evento, il grande Ornette Coleman si è esibito ieri sul palco del San Marino Jazz Festival di fronte ad un pubblico elettrizzato ed emozionato.

Una platea composta da più di 600 persone, di cui 400 da fuori San Marino, con fans “armati” dei suoi cd, molti dei quali venuti dall’estero pur di poterlo ascoltare, ha applaudito il grande artista, uno dei più grandi e indiscussi protagonisti e innovatori del jazz degli ultimi cinquant’anni. L’Ornette Coleman Two Bass Quartet si è presentata ieri sul palco con la seguente composizione: Ornette Coleman (sax, trumpet and violin), Denardo Coleman (drums), Tony Falanga (bass), Al McDowell (bass).

Il sassofonista e compositore americano Coleman, classe 1930, tra i fondatori del Free Jazz negli anni Sessanta, oggi continua a stupire, alla veneranda età di 80 anni, con una grinta e un carisma che inonda chiunque lo ascolti. Ma quello che più stupisce di Coleman è la grande gentilezza ed umiltà con cui si offre ai suoi fans condividendo insieme a loro l’amore per la grande musica.

L’artista americano ha appassionato ancora una volta gli intenditori con le sue improvvisazioni imprevedibili e ha dato con la sua presenza grande lustro a questa prima edizione del San Marino Jazz Festival.

Stasera, a chiudere la parata di grandi della musica jazz, saranno gli Yellow Jackets con la loro fusion.

Per informazioni e prevendite ticket@sanmarinojazzfestival.com

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy