La procura del Tribunale di Rimini scopre una truffa ai danni dell’Inpes risalente agli anni 2004-2006

Stilavano falsi rapporti di lavoro per ottenere indennità di disoccupazione non dovute ma alla fine sono stati smascherati. I responsabili, denunciati dai carabinieri dell’ispettorato del lavoro, sono un 57enne romano titolare della società che gestisce l’albergo annuale riminese oggetto

dell’indagine e la segretaria dell’hotel, una 36enne russa: questi due sarebbero accusati di falsità materiale per aver posto in essere falsi rapporti di lavoro. E’ invece accusata di concorso continuato in truffa aggravata per ottenere erogazioni pubbliche una 43enne

riminese titolare dello studio di ragioneria che avrebbe predisposto gli atti necessari a formare i falsi rapporti di lavoro o

ad allungarne la durata, qualora esistenti.
Nei guai anche due cameriere, riminesi di 41 e 62 anni, un 36enne macedone ed una 61enne francese, che avrebbero presentato all’Inps la falsa documentazione. La notizia è riportata da Newsrimini.it

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy