L’informazione di San Marino: “Nuova maggioranza, oggi come allora il ribaltamento della realtà”

L’informazione di San Marino: “Nuova maggioranza, oggi come allora il ribaltamento della realtà”

ANTONIO FABBRI – La maggioranza, come già faceva quando era all’opposizione, solleva un gran polverone e ribalta la realtà dei fatti utilizzando illazioni. La questione giustizia, apparentemente complessa, è in realtà molto semplice. C’è una violazione evidente dei principi fondamentali dello Stato democratico: giudici ai quali si è impedito di esprimersi, altri che si vogliono cacciare, decisioni legittime che si vogliono cancellare, il tutto con una azione di autoritarismo politico che influisce direttamente su processi in corso con una evidente prevaricazione del potere politico sulla magistratura. Chiunque sostenga che tutto questo è legittimato e giustificato da una qualsivoglia motivazione, o non è un giurista e non conosce i principi fondamentali dello Stato di diritto; o è totalmente privo di buon senso; o è in assoluta e grave malafede. Oppure tutte e tre le cose insieme. (…)

La perla, poi, è quella che ci sono procedimenti delicati cui la maggioranza tiene molto “come il cosiddetto “processo Mazzini” unito “alla necessità di avviare percorsi di responsabilità penale verso chi in questi anni ha procurato dissesti bancari che si sono riverberati pesantemente sullo stato del bilancio e dell’economia in generale”. Comprensibile che ci si tenga molto, basti pensare che la maggioranza annovera al Governo un difensore di uno degli imputati del “Mazzini” oltre ad avere tra le sue fila l’avvocato, che dirige ‘l’orchestra’ in tema di giustizia, che difende l’ex magistrato Dirigente e difende anche Asset Banca e i suoi vertici. In più un altro avvocato di maggioranza che difende Segretario di Stato e consigliere di Rete, già beneficiati da una decisione politica del Cda di Cassa da loro nominato, decisione che ha avuto un effetto diretto nel processo. In un quadretto come questo come non parlare di ripristino dello Stato di diritto. (…)

Leggi l’articolo integrale di Antonio Fabbri pubblicato dopo le 23

Leggi il comunicato della maggioranza

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy