Mancini, interpellanza sul ‘sito del territorio’

Gruppo Consiliare dei Socialisti e dei Democratici

Comunicato Stampa

Nella giornata di oggi il Consiliere Alessandro Mancini ha presentato alla Segreteria Istituzionale una interpellanza dal seguente contenuto:

“Premesso che:
il sito www.territoriorsm.sm, realizzato su commissione del precedente esecutivo per la pubblicazione on-line dei dati (cartografici e alfanumerici) catastali, urbanistici e territoriali a disposizione degli Uffici pubblici, sia stato presentato al Segretario di Stato per il Territorio il giorno del suo insediamento presso la Segreteria di Stato;
il sito all’atto dell’insediamento del Segretario di Stato per il Territorio era già installato e funzionante in ogni sua sezione e la presentazione è avvenuta mediante accesso da rete internet al sito medesimo;
il sistema prevedeva due diverse modalità di accesso in relazione al tipo di informazioni pubblicate: il primo libero a tutti ed il secondo, di tipo professionale, soggetto ad identificazione degli utenti mediante login e password, rilasciate dagli uffici preposti, e soggetto al pagamento anticipato delle imposte di visura catastale (con consultazione a scalare sul tempo di visura acquistato).
il Segretario di Stato per il Territorio, preso atto dei contenuti del sito, ha disposto l’immediato blocco del sito riservandosi in modo esclusivo la possibilità di accedervi attraverso l’inserimento di una password di cui solamente lui stesso fosse a conoscenza, e che ad oggi tale sito non risulta essere consultabile dal pubblico
interpello il Governo
per conoscere:
 per quali ragioni sia stata fatta la scelta di vietare l’accesso pubblico al sito www.territoriorsm.sm;
 se il Segretario al Territorio abbia informato il Governo della scelta di riservarsi in modo esclusivo la possibilità di accedere al sito e in tal caso se il Governo abbia condiviso tale decisione;
 se il Segretario al Territorio ad oggi abbia dato a terze persone la possibilità di accedere al sito e in tal caso a quale scopo e con quali criteri sia avvenuta la scelta;
 se l’accesso al sito sia stato permesso anche a rappresentati delegati dagli ordini e dai collegi professionali che avevano collaborato in via preliminare alla sua attuazione e, se ciò non fosse avvenuto, per quali ragioni abbia preferito non coinvolgere i professioniste considerato che dovrebbero essere i principali utenti del sito;
 se il Governo, anche alla luce dei disposti dell’articolo 9 della legge 107/2007, intenda per il futuro mantenere riservato al solo Segretario al Territorio l’accesso al sito, ovvero intenda permettere l’accesso anche ai professionisti e ai cittadini interessati ad accedere on-line alle informazioni catastali, urbanistiche e territoriali in genere, evitando ad essi un inutile dispendio di risorse.

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy