Marchioni commenta Viale

Elisa Marchioni commenta l’esito della interrogazione sulla situazione dei frontalieri italiani a San Marino
Sono delusa dai contenuti della risposta, soprattutto sul nocciolo della mia interrogazione: come appare evidente dalle parole del sottosegretario, questi dieci anni sono passati invano per i frontalieri e non sembra nemmeno che per gli oltre 6mila lavoratori italiani si prospettino delle soluzioni in tempi brevi.
Penso però che l’interpellanza almeno un risultato lo abbia ottenuto, abbiamo potuto ascoltare per la prima volta in modo chiaro e inequivocabile quali sono i nodi del rapporto fra San Marino e Italia secondo il ministro Tremonti, e da una voce a lui vicina, visto che Sonia Viale è il sottosegretario di Tremonti. Quindi, l’elemento utile è stato che per la prima volta il governo italiano ha compiutamente espresso le proprie posizioni.
Un secondo elemento che sottolineo è che le valutazioni espresse sono dure. Nessuno chiede sconti, ma mancano del tutto le prospettive per superare la situazione attuale.
Il terzo, che il Governo italiano ha degli auspici ma non ritiene in alcun modo che il proprio intervento vada affiancato, come io ho richiesto di esplicitare, alla volontà di San Marino di uscire dalla zona opaca dell’economia e per riallinearsi agli standard Ocse.
Il quarto elemento è che i frontalieri italiani per il governo sono ‘non pervenuti’.

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy