Marchioni: ritirati gli emendamenti in Senato, compreso quello sui frontalieri

Camera dei deputati
Elisa Marchioni
Parlamentare riminese gruppo Pd
commissione Attività produttive, referente Turismo gruppo Pd alla Camera
Legge di stabilità entro domenica: «E’ una questione di responsabilità verso tutti gli italiani» per il Pd. Ritirati gli emendamenti in Senato, compreso quello sui frontalieri. Marchioni: «Mi aspetto vengano recepiti nel testo della legge. O li ripresenteremo al prossimo governo».
«Noi del Pd abbiamo dovuto fare la nostra parte, mi aspetto che ora il governo faccia altrettanto: oggi in Senato sono stati ritirati tutti gli emendamenti presentati dal nostro gruppo, compreso purtroppo quello sulla proroga della franchigia per i frontalieri. Lo abbiamo fatto con grande rammarico, ma mi aspetto che il governo, dopo le rassicurazioni dei giorni scorsi, assuma nel testo del provvedimento quanto richiesto dall’emendamento”. Così la deputata riminese Elisa Marchioni commenta quanto sta accadendo al Senato, dove ai colleghi senatori Pd aveva “consegnato” la proposta per la franchigia anche al 2012, puntualmente presentata. Poi, il colpo di scena di martedì alla Camera e l’accelerazione delle ultime ore, con l’urgenza di votare la legge di stabilità al più presto. «L’incertezza legata alle dimissioni solo annunciate e differite dal Presidente del consiglio ha causato un crollo dei mercati che genera grande preoccupazione. La risposta del Partito democratico è stata la disponibilità ad accelerare l’approvazione della legge di stabilità per arrivare in tempi rapidissimi a dare una guida certa all’Italia», spiega la deputata riminese.
«Siamo disponibili così ad arrivare al voto per la legge di stabilità entro domenica. Non significa che voteremo a favore, ma che rinunciamo ai tempi di dibattito per consentire l’approvazione più veloce possibile, per responsabilità nei confronti degli italiani – ha detto Elisa Marchioni – Questo ha penalizzato le nostre richieste: l’istanza che chiede la proroga della franchigia è molto forte, esplicitata dal lavoro costante mio, dei colleghi parlamentari e di tutti coloro che sono impegnati in questa azione di equità verso i nostri lavoratori a San Marino, come testimonia la lettera inviata dai partecipanti al tavolo unitario convocato da Provincia e Comune insieme alle istituzioni di San Marino, ai sindacati e al coordinamento frontalieri. So bene che oggi non era possibile fare diversamente: la casa brucia, è il momento dell’emergenza. Ma di un’altra cosa sono sicura: la questione franchigia, mercati o non mercati, non può essere chiusa, può solo essere differita. In caso la proroga della franchigia non fosse recepita nella legge di stabilità, useremo ogni provvedimento per riproporre questo tema in tempo utile per l’anno 2012».
Enrico Rotelli, giornalista

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy