Marco Arzilli (Industria): a San Marino ‘non c’è più spazio per i furbi e le società’ fittizie

Marco Arzilli, Segretario di Stato all’Industria, ‘ha annunciato una ricognizione a tutto campo del comparto societario‘ della Repubblica di San Marino. ‘Controlli a tappeto per accertare il livello e la qualità dell’operatività delle aziende, alla caccia di eventuali attività truffaldine o poco serie.
Così si legge su La Tribuna Sammarinese che riporta anche una dichiarazione dello stesso Segretario di Stato: ‘non c’è più spazio a San Marino per i furbi e per quelle società che non operano seriamente. Faremo una ricognizione sulle aziende, analizzandone approfonditamente le attività svolte, il valore, l’affidabilità degli imprenditori e i livelli occupazionali.
Poi qualora si riscontrino irregolarità vedremo che provvedimenti adottare.
Pensiamo che una svolta all’insegna della trasparenza sia fondamentale.

In effetti anche il predecessore di Arzilli, Tito Masi, si era espresso in termini di tolleranza zero ancor prima di entrare in carica nel primo governo post giugno 2006 ed aveva ripetuto i propositi anche nel secondo governo.
Di certo Arzilli può avvalersi della legge

‘Riorganizzazione dei servizi di vigilanza sulle attività economiche’

predisposta proprio da Masi ed approvata dal Consiglio Grande e Generale nel giugno 2008.

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy