Mercoledì difficile per il governo della Repubblica di San Marino

Mercoledì prossimo si riunisce la maggioranza formata da Partito dei Socialisti e dei Democratici, Alleanza Popolare, Sinistra Unita e Democratici di Centro che sostiene l’attuale governo della Repubblica di San Marino formato appena il 28 novembre 2007.

In precedenza si aveva un governo formato solo da Psd, Ap ed Su. L’ingresso dei Ddc non ha portato stabilità perché nel frattempo sono cresciuti i franchi tiratori nelle file della maggioranza.
Ora, alla luce dei risultati delle elezioni italiane che si conosceranno oggi, il Psd, che guida lo scenario politico sammarinese, deve decidere se allargare ulteriormente l’attuale maggioranza imbarcando alcuni partiti o partitelli scegliendo fra Sammarinesi per la Libertà, Nuovo Partito Socialista, Noi Sammarinesi ed anche EuroPopolari per San Marino, oppure licenziare Ap ed Su e ridisegnare il governo su basi nuove.
Al momento solo il Ddc pare certo di rimanere comunque legato al Psd.

Condividi


Per rimanere aggiornato su tutte le novità iscriviti alla newsletter

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy